LA COMPLICAZIONE NELL’ERA RENZIANA. QUESTA RIFORMA? NO GRAZIE!

Facebooktwittergoogle_plusmail
LA COMPLICAZIONE NELL’ERA RENZIANA.
 
Questo è il testo vigente dell’art. 55 Cost.:
“[I] Il Parlamento si compone della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica. [II] Il Parlamento si riunisce in seduta comune dei membri delle due Camere nei soli casi stabiliti dalla Costituzione”.
 
 
Questo invece il nuovo testo dell’art. 55 Cost. se dovesse passare la deforma renziana:
“Il Parlamento si compone della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica. Le leggi che stabiliscono le modalità di elezione delle Camere promuovono l’equilibrio tra donne e uomini nella rappresentanza. Ciascun membro della Camera dei deputati rappresenta la Nazione. La Camera dei deputati è titolare del rapporto di fiducia con il Governo ed esercita la funzione di indirizzo politico, la funzione legislativa e quella di controllo dell’operato del Governo. Il Senato della Repubblica rappresenta le istituzioni territoriali ed esercita funzioni di raccordo tra lo Stato e gli altri enti costitutivi della Repubblica. Concorre all’esercizio della funzione legislativa nei casi e secondo le modalità stabiliti dalla Costituzione, nonché all’esercizio delle funzioni di raccordo tra lo Stato, gli altri enti costitutivi della Repubblica e l’Unione europea. Partecipa alle decisioni dirette alla formazione e all’attuazione degli atti normativi e delle politiche dell’Unione europea. Valuta le politiche pubbliche e l’attività delle pubbliche amministrazioni e verifica l’impatto delle politiche dell’Unione europea sui territori. Concorre ad esprimere pareri sulle nomine di competenza del Governo nei casi previsti dalla legge e a verificare l’attuazione delle leggi dello Stato. Il Parlamento si riunisce in seduta comune dei membri delle due Camere nei soli casi stabiliti dalla Costituzione».
 
Alla faccia della abolizione del bicameralismo perfetto e della sempllificazione. Il nuovo Senato si occuperebbe di una quantità enorme di provvedimenti e lo farebbe tramite soggetti eletti per fare altro: sindaci e consiglieri regionali.
 
COMINCIAMO A SMASCHERARE LE BUGIE: NON E’ VERO CHE SI ELIMINA IL BICAMERALISMO PERFETTO. LO SI RENDE SOLO UN PO’ MENO PERFETTO. MA LO SI COMPLICA PER ASSEGNARE FUNZIONI LEGISLATIVE FONDAMENTALI A SENATORI ELETTI PER FARE ALTRO: SINDACI E CONSIGLIERI REGIONALI.
 
Fate girare, grazie.
 
#noivotiamono
(foto tratta dal web)
renzi

Un pensiero su “LA COMPLICAZIONE NELL’ERA RENZIANA. QUESTA RIFORMA? NO GRAZIE!

Dí la tua