IL SENATO CON LA DEFORMA RENZIANA RESTA E LOTTA INSIEME A NOI (COME PURE IL BICAMERALISMO QUASI PERFETTO)

Facebooktwittergoogle_plusmail
Più leggo il testo della deforma boschi – renzi più mi rendo conto della pochezza di questi alchimisti improvvisati che si trovano al governo.
 
Ti dicono che hanno superato il bicameralismo perfetto e non è vero.
Ti dicono che hanno trasformato il Senato nella Camera delle Autonomie, addirittura scomodando il sistema federale tedesco, e non è vero.
Infatti, ai sensi dell’art. 70 Cost., nel nuovo testo:
1) Vi sono tante materie, quelle del nuovo testo dell’art. 70 Cost., dove “la funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due Camere“.
2) “Ogni disegno di legge approvato dalla Camera dei deputati è immediatamente trasmesso al Senato della Repubblica …“.
3) Vi sono 5 senatori nominati dal Presidente della Repubblica. Ora, se si tratta di Senato che vuole valorizzare le Autonomie attraverso consiglieri regionali e sindaci che accidenti c’entrano i senatori nominati dal Presidente della Repubblica, addirittura nella misura del 5% del totale (5 su 100)? Peraltro nel Senato che vuole rappresentare le istituzioni territoriali i senatori a vita restano in carica più degli altri (7 anni contro 5).
Volete sapere la verità? A questi del bicameralismo perfetto non frega un accidenti di niente. Il vero punto che a loro interessa è fare in modo che sia una sola Camera a dare la fiducia al governo, per avere la certezza  – attraverso i numeri conquistati con il premio di minoranza dell’Italicum  – di poter decidere tutto quello che vogliono, azzerando la opposizione e riducendo gli organi di garanzia (Presidente della Repubblica, CSM e Corte Costituzionale) a niente altro che strumenti in mano al padrone del partito di maggioranza. Ed è per questo che la Camera resta di 630 deputati mentre il Senato passa a 100, perché in questo squilibrio meglio realizzano quel disegno.
Del resto se veramente volevano incidere sul bicameralismo perfetto semplicemente abolivano il Senato oppure escludevano che si potessero avere materie in cui la funzione legislativa è esercitata da entrambe le Camere (e su queste materie vi è bicameralismo perfetto, imbecilli) oppure non prevedevano il passaggio al Senato di leggi relative a materie che con le istituzioni territoriali non hanno nulla  a che fare.
Questi sono falsi come le moneta da tre euro. Ognuno di noi faccia uno sforzo e si informi e informi gli altri.
Alessandro Crociata
parlamento

Dí la tua