Autore Topic: Verso l'Assemblea dei movimenti di democrazia partecipata, diretta e liquida.  (Letto 2790 volte)

Offline Girolamo Alessandro Crociata

  • Associato DiM
  • Membro Eroe
  • *
  • Post: 2.027
      • Mostra profilo
Cari amici,

marted? 27 maggio 2014 ore 21,30 ci incontriamo per discutere della organizzazione dell'Assemblea Nazionale dei Movimenti di Democrazia Partecipata, Diretta e Liquida che si svolger? a Roma l'8 giugno 2014.

L'incontro si svolger? con collegamento webinar: www.democraziainmovimento.it / webinar

Si auspica Vs. conferma di partecipazione

Grazie
Alessandro



slego

  • Visitatore
Io ci sar?

Rossano

  • Visitatore
Confermo

GinoFerdinando

  • Visitatore
Ci sar? anch' io

ngnptr

  • Visitatore
far? il possibile per essere al webinar di martedi, di certo non sar? a Roma il giorno 8 giugno.

beatrice

  • Visitatore
Il 14 settembre a Bologna ci sar? la seconda assemblea di tutti i soggetti politici di democrazia diretta liquida e partecipata, chi sar? presente a rappresentare DIM ? E' stato redatto un documento condiviso da tutti gli associati di DIM da presentare in quella sede ? Oppure considerando le problematiche sorte al nostro interno non riteniamo oppurtuno rinviare la presenza in attesa di chiarezza al nostro interno?

Rossano

  • Visitatore
Beatrice tutti coloro i quali hanno aderito alla carta di intenti del progetto 8 giugno lo hanno fatto a titolo personale.Non rappresentano al momento nessun movimento se non se stessi.I gruppi e movimenti si sono riservati di aderire o meno al progetto sulla base degli sviluppi futuri.Tuttp ? specificato nella carta di intenti dell'8. Ovviamente la adesione di dim come movimento andr?. discussa e votata nel momento che il progetto prender?. forma attraverso il libero dibattito previsto per il 14 settembre.Il gruppo tecnico organizzativo sta appunto lavorando ad una base possibile da cui partire che sar? presentata a Bologna .Sulla base di quanto poi si decider? a Bologna in assemblea i vari gruppi o movimenti discuteranno al loro interno le proposte che vorranno portare.Nulla toglie che Dim possa portare a Bologna una sua proposta.Ricordp anche che DIM ha deciso attraverso discussione democratica di essere la promotrice del progetto.
« Ultima modifica: Gio 14 Ago 2014 16:46:10* da Rossano Recchia »

beatrice

  • Visitatore
Chiedevo perch? leggendo in facebook in DIM, Anna Ricci domanda quali altri gruppi oltre a Dim parteciperanno, quindi deducevo che ci fosse gi? un intento di gruppo alla partecipazione e non come singoli !

Rossano

  • Visitatore
Purtroppo non tutti hanno chiaro quale ? il progetto e quello che ? scritto nel documento scaturito dalla votazione assembleare dell'8 giugno.

TATY

  • Visitatore
Potrei sapere chi fa parte del gruppo tecnico organizzativo? Organizzazione familiare permettendo, scenderei anch'io

beatrice

  • Visitatore
Rossano non mi ? chiara una cosa in quello che hai scritto, suppongo che il gruppo tecnico organizzativo sia composto da rappresentanti di tutte le associazioni, partiti, movimenti che hanno sottoscritto il documento dell'8 giugno per trovare appunto se possibile una base di partenza unitaria,dal lavoro del gruppo tecnico organizzativo dovrebbe essere scaturito un documento di sintesi con i punti di contatto fra le varie realt?, quindi base di partenza per le considerazioni di fattibilit? del progetto iniziale, per? a questo punto non troverei opportuno invece presentare un documento a firma DIM anche se promotrice semplicemente per non anticipare i tempi di elaborazione all'interno di DIM. Forse se non a tutti ? chiaro bisognerebbe chiarirlo.

Rossano

  • Visitatore
L'intenzione era ed ? la seguente:
creare un "movimento" che abbia al suo interno gruppi,movimenti,comitati,associazioni.
Tra tutte queste realt? bisogna trovare un certo numero di punti in comune.Tipo un manifesto politico di intenzioni.
Si sono creati dei gruppi di lavoro che dovranno presentare il 14 settembre una relazione alla assemblea.
I gruppi sono:
Gruppo simbolo:
 All'assemblea del 14/9 si dovr? portare, tra i diversi punti all'ordine del giorno, quello relativo all'uso o meno di un simbolo unico.
Al fine di decidere nella maggior consapevolezza possibile se sia meglio avere un simbolo o fare una coalizione, questo gruppo di lavoro dovr? fare un'istruttoria (compatibilmente con tempi e conoscenze) sulle diverse modalit? di voto a livello locale, regionale e nazionale, evidenziando i pro e i contro di ciascuna opzione. (Per esempio, se si dovesse decidere di fare una coalizione,questa sarebbe svantaggiata dal punto di vista del quorum.)"
Gruppo "Adesioni e Pubblicit?"
Obiettivo di questo gruppo deve essere quello di cercare altre adesioni al progetto da parte di altre realt?, locali e nazionali, confrontandosi con le associazioni non presenti attualmente. Deve inoltre pubblicizzare l'assemblea del 14/9 affinch? ci sia una bella presenza di pubblico e di gente volenterosa!
Gruppo "Organizzazione"
"  Partendo dalla studio dell'esistente provare a formulare un paio di proposte di modelli organizzativi da proporre all'assemblea.
Purtroppo spesso organizzazione cozza un po' con democrazia, ma ? necessaria; quindi obiettivo del gruppo ? individuare dei modelli abbastanza elastici ma non troppo liquidi.... "
Gruppo "Valori e Programmi"
"  Istruttoria per individuare i punti comuni. Trovare convergenze fondamentali negli statuti, nei programmi nazionai e territoriali confrontandosi anche localmente.
Vanno individuati 5 punti VALORI e 10 punti di programma."

Dalla descrizione dei gruppi puoi capire che tutto ? "aperto" alla discussione.I gruppi faranno la loro relazione il 14 settembre dopo di che il GTO si scioglier? e il progetto proseguir? sulla base delle decisioni che si prenderanno a Bologna.

Rossano

  • Visitatore
Potrei sapere chi fa parte del gruppo tecnico organizzativo? Organizzazione familiare permettendo, scenderei anch'io

Ciao Tiziana certo che puoi far parte del GTO (gruppo tecnico organizzativo).La prassi utilizzata ? la seguente:chi era presente l'8 giugno o chiunque altro abbia seguito anche in streaming e ha ritenuto di aderire alla carta degli intenti discussa e votata l'8 giugno a Roma dopo aver aderito ha dichiarato di voler far parte del gruppo tecnico organizzativo.
Quindi dovresti  dichiarare di aderire alla carta degli intenti che ? la seguente:
I partecipanti alla conferenza nazionale dei cittadini e movimenti ispirati alla democrazia diretta o partecipata, dopo discussione approfondita, approvano la seguente carta di intenti.

1. La democrazia partecipata, intesa come coinvolgimento attivo dei cittadini nel processo decisionale pubblico, ? il metodo scelto per praticare una politica locale e nazionale che produca il cambiamento necessario per il paese e per gli italiani.

2. La situazione politica del paese offre uno spazio enorme per un movimento ispirato alla democrazia partecipata, a partire dalle esperienze di singoli, gruppi e movimenti, omogenee alla visione fondante, espressa al primo punto di questo documento (democrazia partecipata).

3. Il progetto politico che si intende attuare pu? crescere ed affermarsi nel paese se la collaborazione tra i singoli e i soggetti politici organizzati si realizza tanto a livello locale quanto a livello nazionale attraverso tavoli di discussione aperti. Nessuna elaborazione verticistica pu? ottenere il risultato della condivisione di regole, strumenti e obiettivi politici, se non vi ? una partecipazione attiva dei cittadini e dei territori.

4. Obbiettivo centrale del progetto politico ? spostare il baricentro delle decisioni pubbliche dai vertici dei partiti, dei poteri corporativi, dei centri di potere economico finanziario, ai cittadini. Risultato che si intende perseguire con l'ingresso nelle istituzioni a tutti i livelli dei rappresentanti dei cittadini, individuati ed incaricati di perseguire i programmi politici decisi con metodi di democrazia partecipata. La collaborazione a livello locale tra i soggetti aderenti a questi principi, ? fondamentale anche per la partecipazione alle competizioni elettorali nei territori di riferimento.

5. Si decide di costituire un gruppo tecnico organizzativo, incaricato temporaneamente di organizzare le relazioni tra gli aderenti e un forum di discussione, oltre a favorire l'approfondimento di temi e di programmi, da sottoporre di volta in volta al voto degli aderenti, in assemblee fisiche convocate ad hoc o in piattaforma di voto online temporaneamente dedicata. I riferimenti del gruppo tecnico organizzativo e degli aderenti a questi principi (nomi, indirizzi, telefoni), ai fini delle relazioni tra gli aderenti stessi e per la partecipazione alle prime fasi di avvio del progetto, verranno comunicati (previa autorizzazione) a tutti entro il 30.6.2014.

6. E' convocata una assemblea fisica degli aderenti al progetto il 14.9.2014 in luogo da definire entro il 30.6.2014.

7. I soggetti aderenti alla carta dei principi si impegnano a promuovere un metodo di raccordo tra liste civiche attraverso la democrazia diretta, partecipata e liquida. Si impegnano altres? al prossimo incontro a formulare proposte ed eventuali mozioni nelle quali specificare i criteri e i requisiti che contraddistinguono una lista di democrazia diretta, partecipata o liquida.

Gli aderenti al progetto.


Per farlo dovresti gentilmente prendere contatto con Alessandro Stoppa che ti inserir? nella lista e ti dar? le credenziali del forum dedicato http://www.tuttiuniti.it/smf/index.php
Li puoi trovare i gruppi di lavoro ai quali puoi aderire (anche pi? di uno) e la lista degli aderenti ad ognuno di essi.
Esiste una mailing list di google attraverso la quale stiamo votando utilizzando i documenti google nella quale verrai inserita.
Abbiamo fatto due riunioni organizzative e contamo di iniziare a concretizzare molte cose dopo il ferragosto.
Spero di esserti stato utile.Ti aspetto ne GTO
Rossano

TATY

  • Visitatore
Grazie