Autore Topic: Abolizione delle analisi delle orine nei test antidroga nei luoghi di lavoro.  (Letto 17792 volte)

STIRNER67

  • Visitatore
AMBITO Lavoro,salute, diritti civili.

Testo della proposta DiM propone l'abolizione delle analisi delle orine nei test antidroga nei luoghi di lavoro, per una evidente violazione della libert? personale ed essendo, questo tipo di test, totalmente inutile nella ricerca di garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro.
L'unico effetto garantito da questo test, ? quello di invadere la privacy delle persone esaminate e ledere la loro libert? di usare canapa nella loro vita privata, penalizzandole gravemente come se esse fossero state trovate sotto l?effetto psichico della canapa durante il lavoro o la guida.

Motivo della proposta Premetto che questa proposta, era gi? stata da me avanzata mesi fa,  sulla piattaforma Airesis.
Esiste una legge, varata dall'ex Ministro della Sanit? Livia Turco, del 30.10.2007 che, in seguito all'incidente stradale in cui persero la vita due bambini, morte dovuta al capovolgimento dello pulmino su cui erano trasportati e dopo che l'autista fu trovato positivo alla cannabis assunto la sera precedente all'incidente, ha definito le mansioni ?a rischio?: tassisti, autisti, addetti al movimento terra e merci e al trasporto in generale (patenti C, D, E) controllori di volo, ed altri. Per tali mansioni ? obbligatoria la sorveglianza sanitaria ai sensi del D.Lgs. 626/94, l?ex ?legge quadro? in materia di salute e sicurezza, ora abrogata dal D.Lgs. 81/08, il quale ha altres? precisato che il medico competente, in occasione delle visite preventive, periodiche, straordinarie e di cambio mansione, deve verificare ?l?assenza di condizioni...di assunzione di sostanze psicotrope e stupefacenti?. In tali visite periodiche, viene disposto un esame delle orine per verificare appunto la presenza di sostanze psico-attive, tra cui i cannabinoidi.
L'effetto psichico del THC, scompare progressivamente dopo alcune ore dall'assunzione ma, essendo liposolubile, anzich? idrosolubile come l'alcol o la cocaina o l'eroina o anfetamina le cui tracce scompaiono dopo 2 giorni, rimane presente in espulsione (nelle orine) anche per 60 giorni.
Si evince per cui che, il soggetto che avesse fatto uso di cannabis anche diverse settimane prima e venisse analizzato, pur essendo ovviamente lucido e reattivo a livello mentale, risulterebbe positivo al test e quindi gravemente penalizzato e passibile di sanzioni disciplinari fino ad arrivare al licenziamento ed al ritiro della patente.
Ci? comporta un deterioramento della vita sociale del lavoratore e dunque un problema che investe la sua famiglia ma anche tutta la comunit?.
A sostegno della tesi che ritiene inutile questo tipo di controlli, c'? il fatto che il soggetto che invece facesse uso di droghe pesanti, quali la cocaina,l'eroina anfetamine ecc e quindi infinitamente pi? pericolose e debilitanti, dopo soli 2 giorni risulterebbe pulito.
Tutto questo sembra paradossale!
Ritenendo questa, una grave e ingiusta discriminazione per la categoria di chi assume canapa,proporrei di trovare una possibile via d?uscita, che obblighi ad adottare anche per la canapa un tipo di test antidroga realistico, che utilmente riveli solo se l?effetto psichico ? in corso nel momento dell?esecuzione del test.
Soluzione Ammettendo che durante la guida di autoveicoli, ma soprattutto di mezzi pesanti quali camion e autobus o durante l'uso di particolari macchinari pericolosi sul lavoro, sia necessario avere la mente lucida e quindi imporre il divieto assoluto di assumere qualunque sostanza stupefacente o alcol, proporrei dei controlli a sorpresa nei luoghi di lavoro o sulle strade per i conducenti di veicoli, utilizzando per? metodologie di controllo che verifichino la flagranza dell'uso di tali sostanze.
Fra le varie metodologie di analisi, quella della saliva mi pare la migliore, perch? permette di valutare l'effettiva flagranza dell'effetto della droga sull'individuo.
Non vi ? dubbio che una delle applicazioni pi? rilevanti del test sulla saliva ? nella valutazione della guida, se questa ? stata eventualmente alterata dall?ingestione di droghe, ma anche dalla sua procedura di raccolta semplice e non invasiva.
La buona correlazione tra i livelli salivari (della droga) e ematici permette che appunto la saliva possa essere usata per valutare il grado di alterazione del guidatore o del lavoratore in genere.
 Con l?esame della saliva possono essere individuati :
 oppiacei,
 cannabinoidi,
 amfetamine,
 cocaina,
 GHB
 Ketamina
 di altre sostanze benzodiazepine, analgesici, cianuri ed altri prodotti del tabacco; o anche antibiotici
o il sildenafil.
 Il principale vantaggio di questi dispositivi, oltre che il tempo trascorso dall'assunzione, ? che essi forniscono un risultato preliminare delle presenza o
meno di droghe in pochi minuti e senza la necessit? di sofisticate attrezzature di screening di laboratorio.
Tutto ci? renderebbe il test pi? economico, giusto e meno invasivo.

Per chi fosse interessato ad approfondire le varie tipologie di test anti droga, consiglio questo interessante documento:
 http://www.insostanza.it/wp-content/uploads/2013/02/EsamiTossicologici.pdf

Link LQFB:
           http://www.democraziadirettaferrara.org/lf/initiative/show/167.html
« Ultima modifica: Mer 04 Giu 2014 16:52:19* da Davide Rossetti »



ngnptr

  • Visitatore
caro Rossetti ho capito bene ??? abolizione ?, ABOLIZIONE DI TEST ANTIDROGA ?? HO CAPITO BENE ABOLIZIONE DEI TEST ANTIDGROGA ????, QUESTO PAESE NON HA BISOGNO DI EROI, SERVE GENTE NORMALE. I TEST BISOGNEREBBE FARLI PRIMA DI SCRIVERE SU QUESTO FORUM.
INCAZZATEVI PURE.

STIRNER67

  • Visitatore
caro Rossetti ho capito bene ??? abolizione ?, ABOLIZIONE DI TEST ANTIDROGA ?? HO CAPITO BENE ABOLIZIONE DEI TEST ANTIDGROGA ????, QUESTO PAESE NON HA BISOGNO DI EROI, SERVE GENTE NORMALE. I TEST BISOGNEREBBE FARLI PRIMA DI SCRIVERE SU QUESTO FORUM.
INCAZZATEVI PURE.

Complimenti per le argomentazioni !!!

ngnptr

  • Visitatore
Caro Rossetti tu devi fare pace con la coerenza. QUALE ARGOMENTAZIONI AVREI DOVUTO ""COPIARE"": TU STESSO HAI SCRITTO QUESTO:

Esiste una legge, varata dall'ex Ministro della Sanit? Livia Turco, del 30.10.2007 che, in seguito all'incidente stradale in cui persero la vita due bambini, morte dovuta al capovolgimento dello pulmino su cui erano trasportati e dopo che l'autista fu trovato positivo alla cannabis assunto la sera precedente all'incidente.

Due bambini morti e TU TI PREOCCUPI DELLA PRIVACY DELL'AUTISTA ???. HAI MAI SENTITO PARLARE DELLA LOGICA, DEL BUON SENSO ????.

Ma una cosa del genere la si scrive perch? si ha poco rispetto per chi deve leggerla.
Caro Rossetti, NON LEGGERO' PIU COSE CHE SCRIVI TU.

Spero che tu faccia lo stesso con me.
 


Offline Girolamo Alessandro Crociata

  • Associato DiM
  • Membro Eroe
  • *
  • Post: 2.027
      • Mostra profilo
Nella mia esperienza professionale posso dire l'incidenza dell'abuso di alcol nella causazione di incidenti ? di gran lunga superiore a quella delle sostanze stupefacenti.
Mi pare una proposta da approfondire in modo serio e ragionato.

raffdes

  • Visitatore
E' possibile assistere ad un dibattito/confronto dove il sacrosanto dissenso sia privo di polemiche?
Grazie.

Offline Luigi Intorcia

  • non rendere difficile il facile attraverso l'inutile
  • Amministratore
  • Membro Eroe
  • *****
  • Post: 3.072
  • fiero di DIM - Roma
      • Mostra profilo
chiedo scusa, ma ci sono attivit? e attivit? in cui il presunto uso di sostanze stupefacenti ? o sarebbe una attenuante nei casi gravi di omicidio colposo indiretto.

Chi vuole fare uso di cannabis ? libero di farlo, ma se quello che fa pregiudica la sua lucidit? tale che potrebbe causare degli incidenti ( CASO DELL'AUTOMOBILISTA ) non ci siamo! Io che non mi imppippo devo avere la certezza che chi mi viene di fronte e mi uccide era lucido e se ha sbagliato deve pagare.

Se il primo giorno che un medico certifica, che un impippato era lucido lo stesso nonostante tutto, solo allora gli si concede di impipparsi quanto e come vuole di guidare, di pilotare di essere un macchinista su un treno o un comandante di una nave o un autista di un mezzo pubblico o in sala chirurgica uno che opera un essere umano. Siccome questo non ? vero, sono spiacente ma non sono d'accordo e sul luogo di lavoro anche. Secondo me, uno che si impippa deve stare a casa e a casa sua fa quello che gli pare. Qui esiste una aberrazione ideologica che ? allucinante, si bada a chi si impippa e chi non lo  fa diventa un soggetto che non deve avere tutele? Non scherziamo!
cari amici, questo un forum di un movimento dei cittadini, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se noi ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte.
segui a questo link

http://www.democraziainmovimento.org/forum/index.php?topic=1818.0


Luigi Intorcia

ngnptr

  • Visitatore
Alessandro Crociata, posso capire che certe cose le scrive Rossetti, ma tu sei un Professionista uno stimato avvocato, non puoi rispondere in questo modo ad un argomento del genere. Capisco l'esigenza di essere ospitali con i nuovi arrivati. Ma qui ? un'altra cosa.
Leggi cortesemente la mia seconda osservazione ed entra in tema. I controlli devono aumentare, ne vale della sicurezza di tutti, qui si propone di ridurre, eliminare i controlli, MA STIAMO SCHERZANDO. Quando prendo l'aereo, deve aver il dubbio, che il pilota il controllore o altri addetti alla sicurezza possano essere drogati e io viaggio tranquillo e felice a 8 metri da terra ???. DIM dovrebbe votare una cosa del genere ????. MA STIAMO SCHERZANDO.
Caro Alessandro il fatto che gli alcolici facciano o meno pi? morti della droga non me ne frega un c.....zzo (scusa la volgarit?), io viaggio e devo essere sicuro. Spero che si esprimano tutti su questa cosa, indipendentemente dai rapporti personali di cui tu parli (forse a ragione).

ngnptr

  • Visitatore
 :D
E' possibile assistere ad un dibattito/confronto dove il sacrosanto dissenso sia privo di polemiche?
Grazie.

Raffaele che fai ??. Fai un richiamo a chi contesta delle assurdit?, entra nel merito. Come dovrebbe essere un confronto civile.

Rossano

  • Visitatore
Non sono certo che chi risponde sulle proposte le legga prima.Io ho letto la SOLUZIONE proposta da Davide e ho letto questo" Ammettendo che durante la guida di autoveicoli, ma soprattutto di mezzi pesanti quali camion e autobus o durante l'uso di particolari macchinari pericolosi sul lavoro, sia necessario avere la mente lucida e quindi imporre il divieto assoluto di assumere qualunque sostanza stupefacente o alcol, proporrei dei controlli a sorpresa nei luoghi di lavoro o sulle strade per i conducenti di veicoli, utilizzando per? metodologie di controllo che verifichino la flagranza dell'uso di tali sostanze.
Fra le varie metodologie di analisi, quella della saliva mi pare la migliore, perch? permette di valutare l'effettiva flagranza dell'effetto della droga sull'individuo.
Non vi ? dubbio che una delle applicazioni pi? rilevanti del test sulla saliva ? nella valutazione della guida, se questa ? stata eventualmente alterata dall?ingestione di droghe, ma anche dalla sua procedura di raccolta semplice e non invasiva.

Mi sembra che l'esempio dell'autista che aveva assunto cannabis la sera precedente all'incidente sia poco pertinente.Devo pure dire che sono in percentuale molti di pi? gli incidenti causati dall'uso maldestro del cellulare o da distrazioni varie o da non idoneit? alla guida dovuta all'et?.Rilevo che in molti stati degli USA la utilizzazione di cannabis ? legale ma ovviamente se ti beccano alla guida ti fanno veramente male.la discussione sollevata da davide ? una discussione che da anni si sta facendo (in primo piano i Radicali)e non ? una cosa da "scandalo urlante".Ne parlano in parlamento e ci sono relazioni scientifiche a supporto di tesi contrapposte.Quindi etichettare come una pazzia una proposta secondo me ? sbagliato.Basterebbe semplicemente argomentare ,attraverso dati e conoscenza, la propria posizione.E' difficile poter partecipare a un dibattito (mi riferisco a Pietro che lo auspica) quando i modi e i toni sono del tipo che ho letto sulla questione omosessuale dove si definisce "Decadenza" l'esistenza di persone con una identit? sessuale diversa dalla tua.Spero di poter dare le mie opinioni in un dibattito meno violento e dal sapore meno "giudicante".

Offline Luigi Intorcia

  • non rendere difficile il facile attraverso l'inutile
  • Amministratore
  • Membro Eroe
  • *****
  • Post: 3.072
  • fiero di DIM - Roma
      • Mostra profilo
porco di un cane ci fosse qualcuno che facesse una proposta per risolvere tante emergenze a partire da quelle sulla salute degli individui............ La prima cosa che si discute qual'?? Fatemi impippare in santa pace.  E veramente un toccasana la cannabis, una specie di oro nelle vene che ti fa stare benissimo che cura tanti o tutti i mali e che da gioia e felicit?! Ma fatemi il piacere.

Ma perch? non progettare una squadra o meglio un esercito  di zappatori di terra professionisti , almeno si fa qualcosa di buono.
cari amici, questo un forum di un movimento dei cittadini, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se noi ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte.
segui a questo link

http://www.democraziainmovimento.org/forum/index.php?topic=1818.0


Luigi Intorcia

ngnptr

  • Visitatore
Rossano scrive:
Mi sembra che l'esempio dell'autista che aveva assunto cannabis la sera precedente all'incidente sia poco pertinente

Rossano NON ERANO I NOSTRI FIGLI, e questo a TE non lo rende pertinente.
Mi pesa, ma devo dare ragione a Alessandro Crociata, ? una questione di rapporti personali. Pur di darmi torto avresti ammsso che Grillo ? bravo (spero di aver fatto un esempio calzante).
Con me puoi fare tutti i ragionamenti e dibattitti che vuoi, non sono mai stato volgare ne aggressivo, anzi, sono spesso trascurato da alcuni della ""Direzione"".
Hai i miei recapiti
quando vuoi, un abbraccio
Pietro INGENITO

Offline Luigi Intorcia

  • non rendere difficile il facile attraverso l'inutile
  • Amministratore
  • Membro Eroe
  • *****
  • Post: 3.072
  • fiero di DIM - Roma
      • Mostra profilo
questo ? lo stralcio di un comunissimo regolamento dei risarcimenti della compagnie assicuratrici in caso di incidenti stradali ( e le compagnie assicuratrici sono delle potenze in campo giuridico )

Esclusione e rivalsa

I limiti alla copertura di una polizza di responsabilit? civile sono quei casi in cui la compagnia, dopo aver risarcito il danno, pu? rivalersi contro l'assicurato. In pratica, i danni contro i terzi vanno sempre rimborsati dalle polizze RCA, ma ci sono delle circostanze di grave colpa nelle quali la compagnia ha poi diritto di chiedere un rimborso a chi ha causato il danno. I casi variano da compagnia a compagnia. Alcune delle circostanze in cui le compagnie possono chiedere al proprio assicurato un rimborso per i risarcimenti effettuati comprendono conducenti non abilitati, trasporto non conforme, guida sotto l'effetto di sostanze proibite, mancanza di revisione dell'autoveicolo.
I conducenti non abilitati sono tutti quei soggetti che secondo il codice della strada non potrebbero guidare: senza patente, con la patente ritirata, con la patente sospesa, o con la patente non rinnovata. Alcune compagnie possono sottoscrivere polizze con rinuncia a questo tipo di rivalsa, previo ovviamente un sovrapprezzo nel premio.

Il caso di utilizzo di sostanze proibite prima di mettersi alla guida si riferisce all'influenza di droga o alcol. ? bene ricordare che per il Codice della strada stupefacenti e sostanze psicotrope (psicofarmaci) sono la stessa cosa. Anche in questo caso si pu? chiedere la rinuncia alla rivalsa pagando un premio pi? alto. Stesso discorso per la mancata revisione del veicolo.
Esistono poi delle limitazioni che possono essere previste dal contratto, pur non rappresentando violazioni del Codice della strada. Il numero di guidatori, ad esempio, per i quali c'? copertura assicurativa del veicolo deve essere previsto espressamente in polizza con i loro nominativi. Pi? conducenti significa rischio pi? alto, quindi, come sempre, ad un rischio pi? alto corrisponde un prezzo pi? alto da pagare come premio. Si pu? arrivare anche al caso della guida libera, con la quale, pagando un premio piuttosto alto, tutti possono, senza limiti anagrafici, guidare la macchina assicurata. Il limite opposto ? quello della guida esclusiva, che prevede che la macchina assicurata possa essere guidata solo dal contraente della polizza, proprietario del veicolo. A questa corrisponde ovviamente un premio pi? basso, ma si tratta di una decisione da prendere in modo particolarmente ponderato, perch? per incidenti causati da chiunque altro, con la clausola della guida esclusiva, la compagnia assicurativa ha il diritto di rivalsa e quindi pu? richiedere un rimborso al proprio assicurato per i danni causati.

Questo per dire cosa succede in casi stupidi, figurarsi cosa succede se stupido non ? ( il caso )! Dipende ovviamente dalla entit? del danno causato. ( caso del treno ad esempio ). Il datore di lavoro  paga il danno causato dal dipendente sempre, ma il dipendente spesso va nelle patrie galere a passare un bel po di tempo.

Per concludere  e ritornando ad essere seri,  quando si vuole fare una proposta, che in caso di esito positivo del test antidroga come nel caso esposto da Davide, potrebbe anche darsi, che il principio sia legittimo, ma come la mettiamo con tutte le altre situazioni? 
cari amici, questo un forum di un movimento dei cittadini, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se noi ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte.
segui a questo link

http://www.democraziainmovimento.org/forum/index.php?topic=1818.0


Luigi Intorcia

STIRNER67

  • Visitatore
Caro Rossetti tu devi fare pace con la coerenza. QUALE ARGOMENTAZIONI AVREI DOVUTO ""COPIARE"": TU STESSO HAI SCRITTO QUESTO:

Esiste una legge, varata dall'ex Ministro della Sanit? Livia Turco, del 30.10.2007 che, in seguito all'incidente stradale in cui persero la vita due bambini, morte dovuta al capovolgimento dello pulmino su cui erano trasportati e dopo che l'autista fu trovato positivo alla cannabis assunto la sera precedente all'incidente.

Due bambini morti e TU TI PREOCCUPI DELLA PRIVACY DELL'AUTISTA ???. HAI MAI SENTITO PARLARE DELLA LOGICA, DEL BUON SENSO ????.

Ma una cosa del genere la si scrive perch? si ha poco rispetto per chi deve leggerla.
Caro Rossetti, NON LEGGERO' PIU COSE CHE SCRIVI TU.

Spero che tu faccia lo stesso con me.

Mi congratulo con te per essere riuscito a leggere "addirittura 3 righe" della mia proposta!!
Magari se tu ti fossi addentrato ulteriormente nelle lettura, ti saresti sorpreso nel leggere che l'autista che caus? quell'incidente, non era affatto sotto l'effetto di cannabis, visto che ne aveva fatto uso la sera prima e non quello stesso giorno.
Ti sentirai anche frustrato nel apprendere che l'autista dell'autobus di bambini che ? finito nella scarpata ribaltandosi 2 giorni fa, non era affatto sotto l'effetto di droghe.
Scorrendo ancora pi? gi? nella lettura della mia proposta, avresti potuto scorgere fra le righe che anch'io ritengo pericolosa la guida di mezzi pesanti, sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, ma il problema che pongo non ? una ovviet? come quella, ma altres? la completa inutilit? di quella tipologia di test e la conseguente violazione della privacy per ogni soggetto analizzato.
Caro Ingenito, la superficialit? ed il pregiudizio con cui giudichi le proposte altrui, sono veramente allarmanti per un luogo, seppur virtuale, in cui si viene per ad analizzare e giudicare idee e progetti.
Il fatto che tu non voglia leggere pi? le cose che scrivo un po' mi rassicura....mi auguro che tu mantenga la parola data!

STIRNER67

  • Visitatore
Signori, il caso in questione non tratta la libert? di farsi le canne o di "impipparsi"!
Quella libert? ce l'abbiamo gi?, visto che niente e nessuno ci vieta di andare in una qualunque piazza a comprarsi 20 euro di fumo o di coca e contribuire cos? al sostentamento della criminalit? organizzata: la questione non ? questa!
Il problema che tento di sollevare, ? la libert? di un qualunque individuo, di disporre del tempo libero come meglio crede, senza per questo dover incappare in una legislatura obsoleta quanto proibizionista che , attraverso norme del tutto prive di senso e di utilit?, tende a ledere la libert? personale dei cittadini.
Il fatto che nessuno di noi faccia uso di cannabis oppure ne faccia uso, ? del tutto ininfluente.
Vorrei ricordare la poesia di Brecht:
Prima di tutto vennero a prendere gli zingari

e fui contento, perch? rubacchiavano.

Poi vennero a prendere gli ebrei

e stetti zitto, perch? mi stavano antipatici.

Poi vennero a prendere gli omosessuali,

e fui sollevato, perch? mi erano fastidiosi.

Poi vennero a prendere i comunisti,

e io non dissi niente, perch? non ero comunista.

Un giorno vennero a prendere me,

e non c?era rimasto nessuno a protestare.