Autore Topic: IL DILEMMA DELL? ELETTORE MODERATO  (Letto 3229 volte)

Offline Luigi Intorcia

  • non rendere difficile il facile attraverso l'inutile
  • Amministratore
  • Membro Eroe
  • *****
  • Post: 3.072
  • fiero di DIM - Roma
      • Mostra profilo
IL DILEMMA DELL? ELETTORE MODERATO
« il: Ven 04 Lug 2014 10:29:34* »
Gli elettori moderati italiani (ma non solo) sono, in genere, quelle persone che, in sintesi, hanno assimilato i principi liberali, che credono in quelli di un?economia i tipo liberistico, che rifuggono dagli estremismi, che desidererebbero che la meritocrazia fosse la regola e che l?ordine pubblico -base di un ordinato funzionamento della societ?-venisse assicurato, che la famiglia rimanesse sana, che la scuola fosse di buon livello.
In Italia nel secondo dopoguerra i Governi della DC ed alleati hanno soddisfatto, nel complesso, tali aspirazioni ed hanno, per conseguenza, riscosso il sostegno dell?elettorato e promosso la rinascita economica del Paese, deciso l?ingresso nelle Istituzioni Europee etc. e ci? malgrado la presenza di un fortissimo Partito Comunista e di una situazione economica depressa. Questa situazione ? mutata dal 1968 in poi per una serie di ragioni (il sistema delle preferenze che ha provocato episodi di corruzione diffusa e l?abbassamento del livello della rappresentanza politica nell?ambito sia dei partiti di centro-destra che di quelli di area socialista (P.S.I.- P.S.D.I.) , lo spreco di risorse ad opera del sistema delle Partecipazioni Statali e di altri organismi pubblici, il prevalere, nella gestione del personale, di regole, dettate dai sindacati, di ingiusto egalitarismo, l?abbassamento del livello dell?insegnamento -chi non ricorda gli esami collettivi pretesi dagli Universitari sessantottini?-, il permanere in vastissime aree del Meridione della malavita organizzata e, per conseguenza, del sottosviluppo che alimentava la corruzione ed il clientelismo, l?influenza sempre piu? crescente delle c.d toghe rosse nella Magistratura etc.) .
La nascita di Forza Italia sembr? poter arrestare la deriva.
La crisi economica d?inaudita violenza, gli errori soprattutto di comportamento privato dell?on.le Berlusconi (ingigantiti dall?Opposizione e dalla stampa avversa, nazionale ed internazionale), hanno portato alla nascita del Governo di salute pubblica guidato dal Prof. Monti.
Risulta ?ictu oculi ? che, salvo miracoli, le forze di sinistra potranno aspirare a vincere le imminenti elezioni anche se dovranno allearsi con il partito di Vendola.
All?elettorato moderato questa prospettiva non dovrebbe affatto piacere perch? nel PD permane un?ala vetero ? comunista ed in quanto che l?alleanza con Vendola comporterebbe, quasi certamente, l?introduzione nel nostro ordinamento della possibilit? del matrimonio tra soggetti dello stesso sesso e dell?adozione, da parte delle coppie omosessuali, cio? un altro colpo alla concezione tradizionale della famiglia, perch? la C.G.I.L. , impregnata ancora di principi marxiani, la farebbe da padrona e costituirebbe un freno alla ripresa economica.
?Rebus sic stantibus ?l?elettore moderato potrebbe essere tentato o dall?astensione o di votare il neo-movimento di Grillo.
La prima soluzione, per?, favorirebbe, in pratica, Bersani e soci. Il suffragio a Grillo rappresenterebbe un salto nel buio. Una cosa ?, infatti, protestare, un?altra elaborare un serio programma di governo selezionare candidati all?altezza.  L?imbarazzo del nostro elettore moderato ? quindi notevole.
Una terza soluzione potrebbe venir offerta a tale categoria di elettori se il P.D.L. riuscisse nel pochissimo tempo residuo a mettere in piedi una squadra ristretta di altissimo livello sia qualitativo che sotto il profilo dell?onest? alla quale affidare il compito di selezionare i candidati alla prossima tornata elettorale sulla base ?esclusivamente ? del merito e di elaborare un programma di governo circostanziato cio? che fornisse precise indicazioni normative e dei relativi cost per i vari interventi che ci si propone di attuare se eletti.. Riteniamo che forse ancora ci sarebbero gli uomini all?altezza disposti ad un tale arduo compito ! Pensiamo, ad es., alle personalit? che contribuirono a fondare F.I. quali l?on.le prof.Martino, l?on.le avv.Biondi, il prof. Urbani, il sen. prof. Pera, magari coadiuvati dal dott. Gianni Letta, impareggiabile e rispettatissimo ex- Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed altri.
Le c.d. primarie sono -a nostro modesto avviso-solo una perdita di tempo perch? per il P.D.L. la situazione ? simile a quella in cui si trovava Roma dopo le sconfitte subite al Trasimeno e a Canne e che veniva rievocata con la frase ?Hannibal ad portas ? (= Annibale ? alle porte) .
?E? una possibilit? o siamo oltre il tempo limite??


cari amici, questo un forum di un movimento dei cittadini, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se noi ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte.
segui a questo link

http://www.democraziainmovimento.org/forum/index.php?topic=1818.0


Luigi Intorcia

raffdes

  • Visitatore
Re:IL DILEMMA DELL? ELETTORE MODERATO
« Risposta #1 il: Ven 04 Lug 2014 11:20:16* »
E' proponibile come articolo di blog?

GinoFerdinando

  • Visitatore
Re:IL DILEMMA DELL? ELETTORE MODERATO
« Risposta #2 il: Ven 04 Lug 2014 12:15:59* »
Il cittadino non libero e inerme nei confronti del Molog stato e relative istituzioni pubbliche, salvo rari casi , pi? che la patente di cittadino ha la qualifica di schiavo contributore-consumatore. In questa situazione ? difficile essere moderato liberista.
Il cittadino ha l'obbligo e l'impegno, se vuole modificare la sua condizione, partecipando quindi non passivamente, di combattere tanto il liberismo selvaggio, nelle sue varie forme, che questo stato e queste istituzioni. Estremismo e una parola che ho sempre sentito usare come grimaldello di ogni  lotta o attivit? che abbia cercato di contrastare il progetto economico e politico che ci ha portato alla situazione attuale. Sugli errori della sinistra ci sarebbe da discutere un mese. Sulle virt? della destra sopratutto liberale basta un secondo, basta guardare il territorio intorno , basta parlare con la gente, basta rivolgersi alle istituzioni, basta guardare una televisione o leggere un giornale qualsiasi. L'articolo in questione ha un che di nostalgico e surreale che mal si addice a un movimento che si pone in alternativa alla realt? politica italiana. Loda e evidenzia personaggi che sono anni luce dalla nostra Carta dei principi e chiedo al relatore quale apporto pu? dare al progetto DIM un Gianni Letta o un signor Pera ? Grazie per l' eventuale risposta.

Offline Luigi Intorcia

  • non rendere difficile il facile attraverso l'inutile
  • Amministratore
  • Membro Eroe
  • *****
  • Post: 3.072
  • fiero di DIM - Roma
      • Mostra profilo
Re:IL DILEMMA DELL? ELETTORE MODERATO
« Risposta #3 il: Ven 04 Lug 2014 12:52:03* »
il punto non ? questo il punto ? il meccanismo con cui le regole ti vengono date, se dall'alto o dal basso.

Oramai la situazione ? cosi compromessa cosi disperata per tantissimi che purtroppo o dal basso o dal'alto le politiche sono quelle non le puoi confondere pi?......... il ragionamento ? pesantissimo da fare, penso che alla fine sia calato dall'alto, non dal basso. Io spero che venga dal cittadino, ma come vedi ? un caos calmo incredibile fra noi che non sappiamo fare altro che parlare.
cari amici, questo un forum di un movimento dei cittadini, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se noi ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte.
segui a questo link

http://www.democraziainmovimento.org/forum/index.php?topic=1818.0


Luigi Intorcia

Offline Luigi Intorcia

  • non rendere difficile il facile attraverso l'inutile
  • Amministratore
  • Membro Eroe
  • *****
  • Post: 3.072
  • fiero di DIM - Roma
      • Mostra profilo
Re:IL DILEMMA DELL? ELETTORE MODERATO
« Risposta #4 il: Ven 04 Lug 2014 12:53:51* »
si ma bisogna intitolarlo <scopiazzando qui e li > abbiamo trovato questo bell'articolo che ripubbichiamo scusandoci con l'autore, ma lo riteniamo molto sintomatico della situazione attuale.

se lo imposti cosi va bene.
cari amici, questo un forum di un movimento dei cittadini, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se noi ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte.
segui a questo link

http://www.democraziainmovimento.org/forum/index.php?topic=1818.0


Luigi Intorcia

raffdes

  • Visitatore
Re:IL DILEMMA DELL? ELETTORE MODERATO
« Risposta #5 il: Ven 04 Lug 2014 13:59:15* »
Mh... mi dai per favore il link dell'articolo originario... semmai si chiede autorizzazione a pubblicarlo (sempre se il ns voto dar? esito positivo)

raffdes

  • Visitatore

Offline Luigi Intorcia

  • non rendere difficile il facile attraverso l'inutile
  • Amministratore
  • Membro Eroe
  • *****
  • Post: 3.072
  • fiero di DIM - Roma
      • Mostra profilo
Re:IL DILEMMA DELL? ELETTORE MODERATO
« Risposta #7 il: Ven 04 Lug 2014 14:07:24* »
Ecco il motivo.. a meno che non lo ritocchiamo...io per? lo lascerei cos? dicendo che ? stato semplicemente ripreso
cari amici, questo un forum di un movimento dei cittadini, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se noi ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte.
segui a questo link

http://www.democraziainmovimento.org/forum/index.php?topic=1818.0


Luigi Intorcia

raffdes

  • Visitatore
Re:IL DILEMMA DELL? ELETTORE MODERATO
« Risposta #8 il: Ven 04 Lug 2014 14:11:18* »
Ho scritto alla Redazione, chiedendo se ci autorizzano a pubblicarlo.

Offline Luigi Intorcia

  • non rendere difficile il facile attraverso l'inutile
  • Amministratore
  • Membro Eroe
  • *****
  • Post: 3.072
  • fiero di DIM - Roma
      • Mostra profilo
Re:IL DILEMMA DELL? ELETTORE MODERATO
« Risposta #9 il: Ven 04 Lug 2014 14:12:24* »
Ok
cari amici, questo un forum di un movimento dei cittadini, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se noi ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte.
segui a questo link

http://www.democraziainmovimento.org/forum/index.php?topic=1818.0


Luigi Intorcia

GinoFerdinando

  • Visitatore
Re:IL DILEMMA DELL? ELETTORE MODERATO
« Risposta #10 il: Ven 04 Lug 2014 14:12:50* »
La democrazia diretta, partecipata e anche liquida ha regole dal basso per il basso cio? la totalit? dei cittadini. Questo sta nella nostra CDP.  Esistono regole e leggi calate dall' alto ma ? un' altra politica, non la nostra o forse mi sbaglio? Questa non ? solo battaglia politica ma culturale, cio? fare propri concetti e regole di partecipazione che non sono attuati se non in minima parte e solo in poche realt? per lo pi? locali. Sto aspettando risposta anche sull' On. Biondi e Martino oltre agli altri sul contributo per DIM.

Offline Luigi Intorcia

  • non rendere difficile il facile attraverso l'inutile
  • Amministratore
  • Membro Eroe
  • *****
  • Post: 3.072
  • fiero di DIM - Roma
      • Mostra profilo
Re:IL DILEMMA DELL? ELETTORE MODERATO
« Risposta #11 il: Ven 04 Lug 2014 14:16:52* »
Si ma il  cittadino o NON ci pu? mettere 50 anni x fare le cose che intende fare. Forse non abbiamo capito questo
cari amici, questo un forum di un movimento dei cittadini, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se noi ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte.
segui a questo link

http://www.democraziainmovimento.org/forum/index.php?topic=1818.0


Luigi Intorcia

Offline Girolamo Alessandro Crociata

  • Associato DiM
  • Membro Eroe
  • *
  • Post: 2.027
      • Mostra profilo
Re:IL DILEMMA DELL? ELETTORE MODERATO
« Risposta #12 il: Ven 04 Lug 2014 14:22:34* »
Non esistono le scorciatoie.
Un percorso democratico dovrebbe seguire la sua naturale evoluzione, senza "fughe in avanti" dettate da scadenze elettorali o emergenze vere o presunte.
Derogare porta sempre al fallimento. Sempre.

Offline Luigi Intorcia

  • non rendere difficile il facile attraverso l'inutile
  • Amministratore
  • Membro Eroe
  • *****
  • Post: 3.072
  • fiero di DIM - Roma
      • Mostra profilo
Re:IL DILEMMA DELL? ELETTORE MODERATO
« Risposta #13 il: Ven 04 Lug 2014 14:27:48* »
Poi la sinistra ? quella.  Il sistema politico attuale non sforna ideologie ma istanze nazionali che genericamente sono politiche. Il 50%   degli italiani che non vota in italia non ? di sinistra ma moderata . Mica li puoi ammazzare? ... o meglio non puoi non tenerne conto. Esci da questa mentalit? che se non ? rossiccio una persona ? fascista. Se ragioniamo cos? la dd resta nel cassetto.....
cari amici, questo un forum di un movimento dei cittadini, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se noi ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte.
segui a questo link

http://www.democraziainmovimento.org/forum/index.php?topic=1818.0


Luigi Intorcia

Offline Luigi Intorcia

  • non rendere difficile il facile attraverso l'inutile
  • Amministratore
  • Membro Eroe
  • *****
  • Post: 3.072
  • fiero di DIM - Roma
      • Mostra profilo
Re:IL DILEMMA DELL? ELETTORE MODERATO
« Risposta #14 il: Ven 04 Lug 2014 14:30:01* »
Io sto da qui non da l?,  ma mi rendo conto che non funziona bene...il mio problema ? che la maggioranza il problema non lo vede.
cari amici, questo un forum di un movimento dei cittadini, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se noi ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte.
segui a questo link

http://www.democraziainmovimento.org/forum/index.php?topic=1818.0


Luigi Intorcia