Autore Topic: Una migliore classe dirigente.  (Letto 1099 volte)

Offline Girolamo Alessandro Crociata

  • Associato DiM
  • Membro Eroe
  • *
  • Post: 2.027
      • Mostra profilo
Una migliore classe dirigente.
« il: Ven 17 Apr 2015 12:54:23* »
Ogni volta che leggo o sento i miserandi qualunquisti gridare che non vogliono politici e politica mi rendo conto che non abbiamo alcuna speranza per il futuro.
Questo disprezzo per la politica ha deteriorato sempre più il livello della classe dirigente del Paese.
Tutto questo mi pare funzionale a tenere la politica sotto il gioco di altri poteri, ben più forti e pervicaci nella loro azione.
Un popolo intelligente e con la voglia di trovare in sé il proprio riscatto agirebbe per selezionare una migliore classe politica, non per rifiutarla, finendo per scegliere i peggiori, con la cretinata del "tanto sono tutti uguali".
Una classe politica migliore significa una classe politica che ha degli ideali, che ha un progetto della società nelle sue varie sfaccettature e cerca di realizzarlo. Significa diversi modelli di società messi a confronto.
Altro che meno politica e meno politici, altro che gli ideali sono ormai tutti superati.
Questo è il miglior regalo a quei sistemi finanziari che hanno un progetto della società e che lo stanno realizzando alla grande: una piccolissima parte dell'umanità ha tutto e la restante parte lavora e produce per renderli sempre più ricchi.
E la politica debole ed asservita è la migliore sponda per questo progetto distruttivo.



Offline Alessia Ada Gaeta

  • Associato DiM
  • Novizio
  • *
  • Post: 5
      • Mostra profilo
Re:Una migliore classe dirigente.
« Risposta #1 il: Ven 17 Apr 2015 14:45:44* »
La risposta mi sembra semplicemente scontata e scontatamente semplice: minore quantità e maggiore qualità!

Offline Luigi Intorcia

  • non rendere difficile il facile attraverso l'inutile
  • Amministratore
  • Membro Eroe
  • *****
  • Post: 3.072
  • fiero di DIM - Roma
      • Mostra profilo
Re:Una migliore classe dirigente.
« Risposta #2 il: Dom 19 Apr 2015 01:49:20* »
Non è che non vogliono i politici cambiare qualcosa, siamo noi che non vogliamo cambiare assolutamente niente. In questi giorni su twitter, mi si sono scagliati addosso miserabili leghisti, scopri e riscopri che senza negarlo  neppure, sono tutti collegati fra loro come una orda di imbecilli.

La loro enfasi ad attaccare altri poveracci, mischiata a puro razzismo e qualcuno se ne vanta fieramente, come se fossero i difensori della patria. Poi leggi vedi e senti personaggi, uomini e donne e cerchi di capire come hanno fatto ad arrivare  li. Il percorso è stato sempre lo stesso, ammanicamento con poteri forti, che nella politica non ci sono ( loro la comandano e basta ) e tutte queste marionette, sedute in punti chiavi. Quello che mi spaventa, è dove sono seduti a dettare legge. In un giornale, in un telegiornale, in quasi tutte le amministrazioni delle partecipate statali, regionali e comunali, una catena incredibile di incarichi, a botte di 300 mila euro all'anno o semplicemente, immersi in un sistema di sanguisughe, che non armano mai qualcosa che sia contro chi ce li ha messi seduti li. Anche se qualcuno, fa solo finta di fare da portavoce,  a immense merdate!

Poi scopri uomini venduti ad altri ancora,  per non parlare purtroppo, anche di quel mondo border line, funzionale alla  prostituzione di alto livello, per  quelle donne, che candidamente ammettono di essere  passate nei letti di autentici maiali,  che smuovono milioni di euro, senza farne nemmeno tanto mistero e poi ai cittadini,  vorrebbero far credere di essere li per qualche merito?

In mezzo a tutto questo, ci sono esattamente i politici attuali, che hanno delle arroganze talmente tanto smisurate, da creare dei veri e propri steccati o  fortini esistenziali  difesi anche con il 'filo spinato' con avvitamenti anche nel sistema giudiziario  o con altri  potentati, sempre inattaccabili,  fatti  mantenere nel tempo,  da organizzazioni sparse sui territori, gestiti da uomini e donne  che portano acqua al loro sudicio mulino, pur sapendo perfettamente i favori esercitati a nome di persone abiette e di infimo livello. Stanno lì imperterriti per  fregare altri cittadini, o perchè li dominano per via del soldo o perchè te li vedi bussare a ' certe ' porte e poi combinare le peggiori porcherie possibili ed immaginabili, in stanze ermeticamente chiuse da cui spifferano solo miserabili tanfi.

Scendendo appena, ci si imbatte nell'ammanicato nelle università, dove esiste la mafia del merito. E' talmente tanto marcio quell'ambiente,  che mi fa ribrezzo solo al pensiero.  Io l'ho vissuto tutto  sulla mia pelle, la cultura mi è uscita dal sangue, la fatica e la difficoltà per arrivare a non avere null'altro da imparare nella vita. Chiudere quel cerchio, che ti porta ad avere il riconoscimento solo per te stesso di quello che puoi valere, ma con sacrifici immensi, che non saranno mai più ripagati. Questo mi ha dato personalmente, la capacità di essere una spugna che assorbe quando deve assorbire e riesce  ad emettere input, quando sono da emettere, in termini positivi, con una elaborazione mentale che concede  ha una marcia in più,  proprio perchè  allenato alla difficoltà e allo stress.

Ma proprio perchè allenato, riesco a percepire prima e di più  di tanti  quanta schifezza e  marciume  esiste in ogni strato sociale e più sali di livello e più esiste il fango puzzolente e incancrinito e mi arriva direttamente addosso, cioè ne sono ancora di più consapevole in quanto impossibilitato a far finta di niente........ ed ecco perchè, non ne posso più di sopportare questo andazzo.

Da questa parte, poi  ci sono tante troppe cose da far aggiustare. Io non lo so, se riuscirò a farne aggiustare anche la centesima parte di quanto serve, ma comunque ce la metto tutta lo stesso. Penso che noi tutti comuni mortali, dobbiamo fare questo e la partenza intanto, è stata  già osteggiata, fermata e condizionata moltissime volte..............

 Ma quanto è difficile mantenere la lucidità mentale, per capire se ce la puoi fare o no.....

« Ultima modifica: Dom 19 Apr 2015 02:17:54* da Luigi Intorcia »
cari amici, questo è un forum di un movimento dei cittadini, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se noi ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte.
segui a questo link

http://www.democraziainmovimento.org/forum/index.php?topic=1818.0


Luigi Intorcia

Offline Giuseppe Marchese

  • Membro Eroe
  • *****
  • Post: 598
  • Palermo
      • Mostra profilo
Re:Una migliore classe dirigente.
« Risposta #3 il: Dom 19 Apr 2015 19:05:51* »
Come non quotare in toto i vostri pensieri, l'analisi iniziale di Alessandro è la sintesi
di quanto il dettagliato messaggio di Luigi ci racconta della sua esperienza di vita.

Anni e anni di politica condizionata ha generato un intreccio di persone colluse che riportano
e asservono non lo stato, non il cittadino, ma il potere fine a se stesso in mano alle lobby.

Possiamo in questo muro di gomma rappresentare quello spillo appuntito da portare
avanti come una testa di ariete per perforarlo nella speranza di colpire il punto vitale
e far cascare come un domino tutto un sistema che ci imprigiona.

saluti
Giuseppe.
Pace e Bene Fratelli di DIM ;-)