Autore Topic: Tavolo discussione su distribuzione della ricchezza e art. 53 Cost.  (Letto 15439 volte)

Offline Luigi Intorcia

  • non rendere difficile il facile attraverso l'inutile
  • Amministratore
  • Membro Eroe
  • *****
  • Post: 3.072
  • fiero di DIM - Roma
      • Mostra profilo
Re:Tavolo discussione su distribuzione della ricchezza e art. 53 Cost.
« Risposta #75 il: Mar 05 Gen 2016 16:41:19* »
ricadi nuovamente sullo stesso errore, le leggi tributarie entrano con l'art 75 ( legge rinforzata ), le norme di attuazione fiscale dettate dalla UE entrano con l'art 81 e sono in funzione sempre dell'art 75, all'art 53 sono oltre 35 anni che non ci arrivano più. Ma se nell'ordine degli articoli esiste PRIMA L'ART 53 E POI L'ART 75, PORCO DI UNA GRAN CANE E' L'APPARATO STATALE CON IL PARLAMENTO CHE DETERMINA UNA DISAPPLICAZIONE INCOSTITUZIONALE DELLE NORME TRIBUTARIE .

TUTTO QUESTO SIGNIFICA CHE TUTTE MA TUTTE LE LEGGI APPROVATE SENZA AVER SUPERATO PRIMA L'ART 53 SONO TUTTE INDISTINTAMENTE INCOSTITUZIONALI.

QUESTO SIGNIFICA CHE TUTTO IL DIRITTO TRIBUTARIO ITALIANO IN QUESTO MOMENTO E' COMPLETAMENTE E TOTALMENTE INCOSTITUZIONALE.

LA NORMA PIU' INCOSTITUZIONALE IN ASSOLUTO E' L'IMU E LA TASI.
cari amici, questo è un forum di un movimento dei cittadini, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se noi ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte.
segui a questo link

http://www.democraziainmovimento.org/forum/index.php?topic=1818.0


Luigi Intorcia

Offline Pietro Muni

  • Novizio
  • *
  • Post: 29
      • Mostra profilo
Re:Tavolo discussione su distribuzione della ricchezza e art. 53 Cost.
« Risposta #76 il: Mar 05 Gen 2016 17:36:04* »
Calmati, Luigi. Ragioniamo in modo pacato, così ci capiamo meglio.
Ammettiamo pure che, come dici tu, tutto il diritto tributario italiano è incostituzionale.
Ciò ammesso, mi devi ora spiegare quale diritto ti da la costituzione di dire cosa è costituzionale e cosa non lo è?
Per quanto ne so, la Cost. ha deputato come massimo organo della sovranità il Parlamento e gli ha conferito il diritto di ultima parola: ciò che decreta il Parlamento ha effetto di legge. La costituzione ha previsto altri soggetti istituzionali (Corte Costituzionale, Magistratura, Organi d'nformazione) a garanzia che l'azione parlamentare sia in linea con il dettato costituzionale. Ma, perdio, non mi risulta che la Costituzione abbia riconosciuto ad altri cittadini il diritto di stabilire cosa è costituzionale e cosa non lo è.
Pertanto, anche se ciò che affermi è vero, non hai alcun titolo per giudicare, né alcun potere per far valere le tue ragioni.
Concludo. Trovo strutturalmente sbagliato sollevare un problema quando non si hanno i mezzi per affrontarlo: se non hai il necessario potere, non puoi cambiare nulla. Ma se vuoi il potere lo devi prima conquistare, e uno dei modi per farlo è cambiare la costituzione.

Offline Luigi Intorcia

  • non rendere difficile il facile attraverso l'inutile
  • Amministratore
  • Membro Eroe
  • *****
  • Post: 3.072
  • fiero di DIM - Roma
      • Mostra profilo
Re:Tavolo discussione su distribuzione della ricchezza e art. 53 Cost.
« Risposta #77 il: Mar 05 Gen 2016 20:43:46* »
la risposta è semplice: tutto quello che è imposto come tassa è fuori dall'art 53, tutto! Nemmeno una è costituzionale.

Un esempio è la sanzione per ritardato pagamento, che si applica sull'importo netto della  tassa o dell'imposta.

Di una multa ad un comune per violazione del codice della strada di un comune qualsiasi  è l'ira di Dio! Talmente tanto fuori dalla costituzione che se ci si mette un avvocato cazzuto ti vince tutti i ricorsi per violazione dell'art 53.

la domanda che devi porre è perchè è incostituzionale, non chi evade e quindi diventa il problema. NO è la norma che ha il problema e l'evasore nel 100% dei casi una vittima.

DAMMI UNA LEGGE COSTITUZIONALE E IO SONO CAPACE DI ROMPERE IL CULO A QUALSIASI CONTRIBUENTE ITALIANO, MA SE NON LO E' ALLORA IO SONO UNO STRUMENTO DI UNA TRUFFA ECONOMICA SULLE SPALLE DEL CITTADINO E SE PERMETTI MI OPPONGO A TUTTO QUESTO PER LA MIA MORALITÀ DI UOMO E CITTADINO E DOPO DI TECNICO.

QUANTI COME ME?

SE TU AVESSI RICEVUTO L'ORDINE DI UN PRIMARIO DI AMPUTARE LE GAMBE AD UN PAZIENTE SOLO PERCHÉ' L'OSPEDALE CI DOVEVA GUADAGNARE  SULLE PROTESI,  O TI RIFIUTI E DENUNCI CHI TE LO HA DETTO ALL'ISTANTE O ESEGUI E  SEI COMPLICE! IO NON SONO UN COMPLICE DI BASTARDI E I BASTARDI NON SONO I CITTADINI NELLA LORO MAGGIORANZA, MA UN APPARATO STATALE CHE HA ASFISSIATO TUTTO QUELLO CHE POTEVA PER SPORCO GIOCO POLITICO  E LA COSTITUZIONE NON CENTRA UN BEATO ACCIDENTI IN TUTTO QUESTO.
« Ultima modifica: Mar 05 Gen 2016 20:49:11* da Luigi Intorcia »
cari amici, questo è un forum di un movimento dei cittadini, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se noi ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte.
segui a questo link

http://www.democraziainmovimento.org/forum/index.php?topic=1818.0


Luigi Intorcia