Autore Topic: La Brexit? Un immane imbroglio!  (Letto 1036 volte)

Offline Luigi Intorcia

  • non rendere difficile il facile attraverso l'inutile
  • Amministratore
  • Membro Eroe
  • *****
  • Post: 3.072
  • fiero di DIM - Roma
      • Mostra profilo
La Brexit? Un immane imbroglio!
« il: Mar 21 Giu 2016 11:51:54* »
A tanti troppi buontemponi, spesso ignoranti e annuitori di regime, che giunga chiaro e limpido il concetto, che la Brexit o in un verso o in un altro, ci danneggia ancora di più di quello che si suppone.

Ad un mondo avido di soldi  CUI COLLEGA IL POTERE DI CONTROLLARE LE ECONOMIE degli stati moderni, conviene o lavorare dall'interno e demolisce tutto tassello dopo tassello dello stato sociale, con una sorta di bomba finanziaria a neutroni, che distrugge solo gli esseri viventi, causando quanti meno danni alle strutture ( questo è il vero obiettivo )  OPPURE  con una bomba ad idrogeno che spiana tutto, ( brexit )  ma distrugge lo stesso. A questo potere che sia chiaro,  non gli cambia assolutamente niente.

L'uccisione della parlamentare inglese,   ha soltanto dato la spintarella ad un ago che stava pericolosamente fermo.
Le persone intelligenti invece, hanno capito alla perfezione, il disegno perverso che ci stanno servendo su un piatto freddo a tutti.
Appena dopo, state pur tranquilli che ci leveranno le banche, ci leveranno l'ultima parte di produttività e alla fine pure le pensioni.

Ci domandiamo tutti come fa un governo italiano  a partorire la filastrocca degli anticipi sulle pensioni, costringendo uomini e donne sulla soglia della vecchiaia, a sottoporsi ad una sorta di prestito forzoso, che devono restituire in 20 anni .

Il concetto nefasto della restituzione di una parte del fondo del barile marcio, risiede sul concetto, che è ancora una parte contributiva che va restituita e che dal 1973, non subisce più alcuna rivalutazione, ma questo era dovuto alle rendite immobiliari di cui L'INPS al MONDO INTERO POSSEDEVA E CHE GARANTIVANO I 19 ANNI 6 MESI ED UN GIORNO.

Il concetto era preciso e funzionava a dovere........ e invece, ci hanno fatto credere che non era più sostenibile , quando i governi degli anni 90 introdussero pesantemente il concetto delle privatizzazioni?

Invece di costruire, hanno venduto, invece di aumentare il patrimonio lo hanno demolito e oggi gli stessi cosa fanno?

Si inventano un prestito finanziario speculando sui cittadini?

BASTARDI


« Ultima modifica: Mar 21 Giu 2016 12:37:43* da Luigi Intorcia »


cari amici, questo è un forum di un movimento dei cittadini, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se noi ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte.
segui a questo link

http://www.democraziainmovimento.org/forum/index.php?topic=1818.0


Luigi Intorcia