Autore Topic: IL CALCINCULO  (Letto 1137 volte)

Offline Luigi Intorcia

  • non rendere difficile il facile attraverso l'inutile
  • Amministratore
  • Membro Eroe
  • *****
  • Post: 3.072
  • fiero di DIM - Roma
      • Mostra profilo
IL CALCINCULO
« il: Sab 18 Mar 2017 20:01:30* »
Allo sciocchino, sprovveduto,  sembrerebbe una parolaccia, più o meno volgare e vabbè.

Ma il calcinculo esiste davvero. E' una giostra tipo centrifuga,  munita di catenelle, dove si appendono delle seggiole dove il giostrato  stando seduto, dovrebbe colpire chi sta davanti a lui con un colpo del piede  e che naturalmente, punterebbe alle terga di chi lo precede.
nella immagine...eloquentemente, si nota il detto meccanismo


In realtà, il calcinculo rappresenta molto più gravemente,  quello che in queste ore si sta compiendo, ovvero le nomine e le conferme dei managers  pubblici o para_ pubblici_para_ culi,  messi a capo per strepitosi meriti, eccelsi e specchiati dalla  trasparenza e  sempre i nobili dal sangue blu dell'alta finanza, osannati come esseri davvero  molto speciali,  nelle principali aziende partecipate dello stato.
Se i nomi precedono i meriti o i meriti precedono i nomi, scegliete voi, quello che risulta alla fine, è che mentre nei partiti si assiste alla pagliacciata della  rottamazione, in un altro partito padronale,  i cittadini votano convinti  in un sistema truffa on line  e il capo dice dopo una mezz'oretta, che tutti si sono sbagliati a votare, il prescelto 'nun sadda fare', in quanto non gradito,  in un altro ancora  cambiano i nomi di micro agglomerati  scambiati per non partiti, ( alcuni li cambiano il nome anche in corso di anno ) perchè porta tremenda sfiga costituire partiti di questi tempi, altri ancora sparlano di attuare le costituzioni, in quanto sanno 'attuarle' meglio rispetto a come facevano prima,  con degenerati dalle elucubrazioni  di pluri trombati dal parlamento e senato ( rottamati  che non si rassegnano ).
La singolarità,  è che invece  nelle nomine delle gestioni delle imprese pubbliche, assistiamo inebetiti   alle grandi restaurazioni dei sacri imperi e delle dinastie da principi  azzurri,  alle ingessature o più semplicemente al tentativo che va sempre a buon fine,  di incrementare la vendite per le  fabbriche delle colle,  con cui si incollano i sudici  culi rattrappiti,  di alcuni loschi personaggi sulle stesse sedie che sono  sistematicamente scambiate, ma sono sistematicamente le stesse terga,  che le accolgono schifate.
Se le sedie potessero parlare............ci farebbero sconvogere, nell'urlare la loro indignazione! 
Personaggi, che sono trattati come quei giocatori di calcio, che senza aver giocato la partita, o meglio avendole giocate malissimo tutte quelle precedenti,  si strapagano pure per giocare  le prossime?

In rapida successione..........quello che aveva in gestione l' Alitalia alcuni giorni fa, accorgendosene dopo un anno o due  che accumulava una media di  milione di euro di perdite al giorno, risolve facilmente  la faccenda mettendo in licenziamento coattivo altri 2.000 dipendenti, idem per poste ( licenziamenti di esuberi) , idem per Finmeccanica ( licenziamenti per esuberi ), Trenitalia licenziamento per esuberi, Eni ( licenziamenti per esuberi) e di tutte le altre consorelle della sfortuna, stesso modus operandi.

Alla fine, queste aziende, che sono portate a livelli di esasperazione nella cattiva gestione sistematica  , di questo passo, fatalmente,  saranno completamente svuotate, spolpate e poi cedute al prezzo più basso.
Operazione sistemica invalsa dai primi anni ottanta e che  CONTINUA IMPERTERRITA DI ANNO IN ANNO!

Ma questi managers per chi lavorano, per come lavorano, per dove lavorano e gli interessi di chi fanno?

Ebbene negli ultimi 15 anni dove sono stati hanno eliminato lavoratori perchè costavano troppo, di converso, hanno creato un danno per miliardi e miliardi di euro a tutta la comunità  che deve foraggiare con il ricorso al finanziamento pubblico non per l'investimento ma per pareggiare perdite  con tasse che vanno a loro volta ad ingrassare le banche in un effetto concatenato semplicemente pazzesco.

Il sistema Italia è senza alcun futuro, ma il milione e mezzo all'anno a questa feccia gli viene garantito lo stesso.

Pazzia nella pazzia nel premiare pochi cialtroni, regalando privilegi a vita.

Peggio di così.......? Che qualcuno definisca il peggio.

Luigi Intorcia
« Ultima modifica: Sab 18 Mar 2017 22:23:32* da Luigi Intorcia »


cari amici, questo è un forum di un movimento dei cittadini, se ti vuoi iscrivere, segui le istruzioni, se noi ci mettiamo la faccia, metticela anche te! Non potranno essere iscritti anonimi con login non riconoscibili associate a mail incerte.
segui a questo link

http://www.democraziainmovimento.org/forum/index.php?topic=1818.0


Luigi Intorcia