Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - dcaliman

Pagine: [1] 2 3
1
Trovata inserita in ROUSSEAU : Competenza    Parlamento nazionale
Tema
Poter mettere a disposizione di tutte le new entry e le PMI che desiderano semplificarsi la vita burocratica.
Obbiettivo
>Una sorta di outsorcing gestionale dirottato allo Stato su SW messo a disposizione gratuitamente. Soddisfa l'articolo della costituzione riguardante la trasparenza, nessuna conflittualità a posteriori. Questi cittadini non potranno mai doversi considerare sudditi.
Descrizione
Collegando tutti gli Host dei vari Enti tra loro e l'Host dedicato a contenere i SW gestionali degli utenti, si eliminano tutte le problematiche che affliggono la società Italiana. Realizzata la costituzione a quel tempo esisteva solo la carta per le comunicazioni e le registrazioni di tutti gli atti, era altresì necessario disporre di tante persone distribuite sui territori. Venedo a mancare l'etica si è costruita una molteplice struttura di controlli, giudicante,legiferante portando la società alla deriva attuale. Oggi gli strumenti teleinformatici possono risolvere i problemi portando tutti noi sui binari per una giusta vivibilità umana.
Stato della legislazione
In effetti questo sistema accentra una miriade di categorie classificate da un'insieme di normative inerenti a molte disposizioni legislative succedutesi nel tempo. Quest'insieme attuale determina quella parte di apparato burocratico al quale sono sottoposti i titolari o amministratori di aziende.In coda si può offrire a tutti un servizio di recupero bonario di crediti nei confronti dei cosidetti bidonisti acclarati.
Comparazione
Per alcuni raggruppamenti di azioni partecipanti al sistema vi è l'esempio Svizzsero ed in maniera quasi completa in Svezia.
Esperienza
Il proponente, nei primi anni 70 avrebbe potuto proseguire l'attività di imprenditore, nel settore della combustione civile ed industriale, se ci fossero state queste condizioni ideali. Purtroppo le tecnologie teleinformatiche sono apparse verso il 2000
Stato
Approvata
Tutor

2
Purtroppo il trend politico in atto non prospetta nulla di positivo nel prossimo futuro. Non fomentare lo scontro diventa sempre più arduo per le  popolazioni Italiane distribuite sui territori con i loro costumi ed abitudini consolidate in millenni. I politici attuali, non solo Italiani non sono stati in grado di chiedere una sistemazione per alcuni anche provvisoria di un'ipotesi di soluzione frutto di una speculazione durante il mese d'Agosto del 15 che riporto qui : http://www.democraziainmovimento.org/forum/index.php?topic=1921.0      Non sembra ci sia fine ai nostri problemi, la confederazione ha bisogno di tempi lunghi,gli uomini non sembrano pronti al cambiamento repentino.

3
Forse il problema risiede nel voler organizzare all'interno dello Stato una struttura con caratteristiche burocratiche classificata "Centri per l'Impiego", anzichè permettere la libera scelta di ogni cittadino di sapersi adattare, aumentando l'esplorazione di cose conosciute superficialmente tra le tante apprese a latere della riconosciuta specializzazione. Purtroppo l'economia produttiva ha un andamento instabile reso maggiormente improgrammabile dall'allargamento dei mercati. In presenza di un mercato non in espansione, si assiste alla non necessità per tutto il periodo in contrazione di alcuni ruoli-si pensi ai sindacati, non riescono ad ottenere nessun aumento retributivo, anzi assistono impotenti alle chiusure degli opifici-. Costoro in stato di necessità,come in guerra, debbono cambiare pelle, conoscendo sui territori le capacità lavorative debbono trasmettere le loro capacità organizzative ed offrire le consulenze necessarie alla realizzazione di tante cooperative di lavoratori, aggiungendo quelle tensioni necessariamente imprenditoriali. Dato che le sole buone volontà, e le buone intenzioni non bastano, si preoccupino di trasmettere quelle soluzioni scoperte in ambienti politici diversi da quelli che hanno gestito la politica negli ultimi 40 anni. Senza questo rinnovamento culturale non sarà possibile per la maggioranza accedere al tavolo dove poter esprimere le nostre sovranità individuali e pubbliche. Buon lavoro.

4
PENSIERI VELOCI / Re:e dopo republic arriva la moneta delle banane
« il: Sab 08 Apr 2017 17:56:18* »
Girando per i siti allestiti in zona Lambrate, dove tanti anni or sono vi era la Faema, i giovani studenti della scuola di design ed altri arrivati da ogni parte del mondo per il fuori salone del Mobile di Milano, hanno costretto colui che ha tenuto il primo corso di automazione al politecnico a porre questa domanda : Tra 5 anni questi giovani cosa faranno? A chi il gg sucessivo in trattoria ha espresso timori è stato risposto : Il robot è partito assieme al SW Office, in pochi anni sono state estromesse le segretarie, per i robot sono sempre necessari i tecnici per l'allestimento degli stessi e dell'allestimento impiantistico più coloro che dovranno assisterli per la manutenzione. Un pò meno ma il personale non diminuirà drasticamente. 15 anni or sono il costruttore di quel telefono/computer che si vedeva nella trasmissione televisiva condotto al sabato su RAI 2 dalla Sampò, aveva proposto al Banco di Roma l'introduzione dell'apparecchiatura - utilizzata in Milano da MacDonald per fidelizzare i clienti caricando 10 o 20.000 lire sulla carta magnetica- Gli fù risposto che non potevano rinunciare a 5000 esuberi, non penso che sia solo dipeso dal ritardo tecnologico ma hanno convolato a nozze in Unicredit, ora hanno lo stesso problema. Pensare che era partito tutto dall'esigenza di sostituire il verniciatore, lavoro molto insano.

5
Riceviamo e pubblichiamo :   Milano

martedì 16 agosto 2016

16:16

 

ROMA CAPITALE ,13 MILIARDI DI DEBITI ED I GIUDICI PRESTATI ALLA POLITICA

 

La politica e' l'arte del compromesso mentre il mestiere dei giudici e' esattemente l'opposto.

Da troppo tempo si assiste al fenomeno di giudici che saltano la barricata per passare nel campo della politica.

 

Gli scopi, vista la loro preparazione professionale ,non possono essere che due, ma  diametralmente opposti:

 

-aiutare I politici onesti a scoprire disonesti

 

-aiutare I politici  disonesti ad  non incorrere nella giustizia

 

Se lo scopo con cui entrano in politica e' il primo, e' lapalissiano  che questo lavoro verrebbe meglio continuando a fare il loro mestiere, quello in cui sono preparati e di cui conoscono il linguaggio ed I meccanismi.

 

Ad esempio ,se un magistrato che viene dalla Corte dei Conti si mette in aspettativa e si presta alla politica facendo l'amministratore di un ente pubblico passa da controllore a controllato dall'ufficio di cui era controllore.

 

Stessa situazione di un magistrato di una corte di appello, che in passato ha seguito le cause dei risparmiatori contro le banche,cioe' questioni di diritto bancario che nulla hanno a che fare con funzioni giurisdizionali ,amministrative,vigilanza in materia fiscale sulle entrate e spese pubbliche all'interno del bilancio di un ente pubblico.

Non e' facile leggere I bilanci,capire I meccanismi della finanza strutturata.

 

Risanare un bilancio di 13 miliardi di perdite di Roma Capitale, pesa sugli sbarbati grillini come una montagna mentre la loro esperienza pesa come una piuma.

 

Specialmente in un sistema dove l'economia della regione si basa storicamente  su un intreccio affaristico

di clientelismi politici ben collaudati ,

 basati sulla spesa pubblica,

 che se interrotto, senza idee chiare su come sostituirlo rapidamente con una nuova forma di economia legale ,

rischia di affossare la gia' fragile economia della regione.

 

Spiace dirlo con questa brutale analisi  della situazionema , cari amici pentastellati,non basta esibire qualche giudice nel consiglio comunale per acquistare credibilita' politica e sopratutto economico amministrativa, ci vuole ben altro per sconfiggere la Mafia Capitale.

 

Se giudici e dirigenti Consob non sono stati in grado di provvedere con I mezzi che possedevano quando sedevano nelle loro sedi istituzionali, lontani dai condizionamenti della politica ,

 adesso  non saranno certo in grado di fare meglio come comuni cittadini.

 

Non fatevi illusioni,

 non esiste alcuna intercabiabilita tra politici e magistrati,

 la prova e' che nessun politico si e'  mai sognato di andare a fare il magistrato.

 

Se proprio volete fare bella figura , andate dai vostri vicini nello stato del Vaticano e fatevi prestare qualche prelato del Collegio dei Chierici della Camera Apostolica , quelli si che se ne intendono di amministrazione pubblica ,conoscono I romani e vantano una esperienza ininterrotta dal XIII secolo.

 

E magari, in attesa della fine dei tempi,

 vi guadagnerete una bella sepoltura in una  bella basilica romana  ,

 assieme ai vescovi  in S. Apollinare

 come il boss della magliana Enrico de Pedis(renatino).

 

Cari grillini ,non  disperate, come vedete  le vie della provvidenza sono infinite

 

Gualtiero Sans Avoir

6
 Contenimento dei profughi in fuga dai territori belligeranti, quindi con diritto di asilo.

Gli USA non si occupano della gestione dei profughi politici.

carte topografiche in : https://informationzero.wordpress.com/2015/08/15/contenimento-dei-profughi-in-fuga-dai-territori-belligeranti-quindi-con-diritto-di-asilo/

L’ articolo proviene dai giornali USA. Descrive il piano che l’amministrazione Obama per il controllo politico strategico delle zone petrolifere del medio Oriente. Viene riassunto con due carte geografiche, la prima si riferisce alla attuale  situazione geopolitica del medio Oriente e Nord Africa. La seconda cartina riassume i piani di ristrutturazione geopolitica delle stesse regioni come sono nelle intenzioni del governo di Washington. La storia ci insegna che questi repentini cambiamenti dei confini geografici genereranno una colossale migrazione di popolazioni sradicate dalla loro cultura, dal loro territorio e dalle loro risorse vitali. L’amministrazione americana non prende in considerazione il problema dei profughi di guerra del medio oriente e del Nord Africa, infatti i confini americani sono al di là di un oceano,mentre quelli Europei sono al di là del canale di sicilia che misura 140Km. Il problema riguarda le coste di casa nostra che sono anche quelle del continente Europeo. Non si può quindi attendere che il problema diventi insormontabile, è urgente che nei piani geopolitici americani in essere venga previsto un territorio dove allocare i profughi dei conflitti in corso, in attesa che trovino una nuova collocazione o che eventualmente  ritornino nei paesi d’origine. Bisogna che entri nella mente di chi destabilizza un’area geografica così estesa che si debba trovare un territorio dove ospitare ed assistere le inevitabili masse in fuga dai paesi belligeranti in maniera da rispettare i diritti umanitari. Ralph_Peters_solution_to_Mideast (1b)Facciamo un esempio estremo:  Non si può lanciare un ordigno atomico su una popolazione civile senza successivamente pretendere di abbandonare la popolazione nuclearizzata al proprio destino nel momento in cui tutte le loro strutture socio sanitarie e di soccorso sono state azzerate. Chi è stato offeso dalla guerra sia nel corpo come nelle sue risorse deve poter essere assistito in un territorio neutrale da un’organizzazione umanitaria possibilmente finanziata dai vincitori e gestito da personale internazionale. Questo territorio deve essere ricavato sulle coste Nord Africane dove attualmente si concentrano spontaneamente i migranti. Riassumendo i piani di spartizione geopolitica americani devono prevedere uno stato autonomo indipendente sotto mandato Europeo dove accogliere gestire ed avviare al lavoro i profughi. Il problema dei profughi del Medio Oriente e del Nord Africa va separato dal problema dei profughi del resto del continente Africano. Per chi non avesse ben chiaro le dimensioni del continente Africano specialmente se osserva una carta geografica con la proiezione del MERCATORE, facciamo presente che la superficie dell’intero continente Africano supera la somma della superficie dell’Europa,degli USA, della Cina, dell’India e del Giappone. Risulta quindi evidente che non esistono risorse e spazio fisico ed economico da parte dell’EU per risolvere i problemi Africani. Questo vuol dire che bisogna fare estrema attenzione a non destabilizzare geopoliticamente anche l’Africa. Per favore lasciamo a “Save the Cildren” con le loro struggenti trasmissioni televisive la pretesa di convincere la gente di poter risolvere i problemi dell’Africa.
15 agosto 2015

7
Soddisfa anche questa considerazione in merito alle dimensioni ottimali: Forse bisogna tenere in considerazione  Leopold Kohr che analizza le cause della miseria sociale ed elabora una teoria economico-politica delle dimensioni. Più uno Stato è grande, più la vita dei suoi cittadini sarà interessata da povertà e miseria. Considerazioni che valgono anche nei rapporti reciproci tra gli stati: stati troppo grandi saranno naturalmente portati alla guerra e alla lotta per il predominio assoluto. Kohr propone un federalismo “proporzionale”, caratterizzato dal protagonismo delle piccole comunità, le uniche in grado di esercitare un controllo sociale effettivo. Concezione che porterà Kohr a proporre lo sciogliemento delle grandi potenze internazionali. La causa di tutte le forme di miseria sociale è una sola: la grandezza … La grandezza, ovvero sia il raggiungimento di dimensioni eccessive, non rappresenta uno dei tanti problemi sociali, ma costituisce il solo ed unico problema dell’universo … Se le stelle del cielo o gli atomi di uranio si disintegrano in una esplosione spontanea, ciò avviene non perché la sostanza di questi corpi abbia perduto il suo equilibrio, ma perché essa ha cercato di espandersi eccessivamente, superando quegli invalicabili limiti che circoscrivono ogni incremento di materia. Se il corpo umano si ammala ciò è dovuto, come nel caso del cancro, al fatto che una cellula, o un gruppo di cellule, ha incominciato a svilupparsi eccessivamente, oltre gli stretti limiti fissati dalla natura. E se un organismo sociale si lascia prendere dalla febbre dell’aggressione, della brutalità, del collettivismo o della stupidità collettiva, ciò avviene non perché esso sia caduto sotto un cattivo governo o sia colpito da aberrazione mentale, ma perché gli individui – che sono di solito così amabili se presi uno ad uno o in piccoli gruppi – si sono fusi in unità sociali eccessivamente vaste, come le masse proletarie, i grandi sindacati, i cartelli, o le grandi potenze, incominciando quindi a scivolare irreparabilmente verso un’inevitabile catastrofe.[2] -da Wiky-  Ecco perchè la strada intrapresa da noi può essere una risposta attuale.

8
PENSIERI VELOCI / Re:I conti in tasca.
« il: Mar 19 Apr 2016 15:29:58* »
E' il minimo della trasparenza richiesta ai personaggi politici in un contesto considerato democratico.

9
Pensieri quotidiani / Re:Mascalzoni e caporali
« il: Mar 19 Apr 2016 15:27:14* »
Le cose potrebbero andare nel verso giusto se si tenessero in considerazione solo coloro che esercitano la loro sovranità in relazione al voto. E' da stupidi considerare tutti i Cittadini aventi diritto come cifra alla quale far dipendere le % delle scelte votate. A nessuno viene tolto il diritto di voto, non sarà solo considerato per quella votazione ai fini delle % calcolate tra i soli presenti. Alla successiva se si presentano a votare verrà sommata anche la loro presenza. Sulla base dei soli votanti si potranno conoscere le % reali, si eviterebbero discorsi inutili di politichese.

10
Modalità gestionale di informazioni e dati tra lo Stato ed inizialmente per le new entry e le PMI ancora esistenti.

Copia offerta ai lettori di questo blog per una valutazione del suo impatto nei confronti dei Cittadini coinvolti.

Spero sia considerato degno di nota questo possibile obiettivo dopo la necessaria sincronizzazione degli Enti coinvolti in : Questo piccolo sistema con effetti positivi multipli su vari aspetti sempre lamentati.
Quando si prevede possa accadere che: Si possa sviluppare ulteriore lavoro grazie ad alcune economie delle PMI produttive. Offrire il SW gestionale gratis ottimizzato alle esigenze bidirezionali dello Stato e degli imprenditori sia new entry sia quelle ancora esistenti. L'Host sarà interposto tra i PC delle aziende ed i vari Enti coinvolti previa sincronizzazione degli stessi. Il vantaggio politico oltre quello economico sarà che nessuno di questi imprenditori, potrà dire di appartenere alla categoria dei sudditi, essi pagheranno volentieri un contributo grazie all'ottica ribaltata, danno in outsorcing la gestione della loro trasparente contabilità allo Stato, egli provvederà anche ad identificare i bidonisti acclarati affinchè saldino le fatture, saltando l'istituzione della giustizia attualmente oberata. In altrettanta piena trasparenza lo stato potrà istituire una sorta di stanza di compensazione per la trattenuta risultante dalle tasse convenute per legge sugli emersi utili di fine anno e: I saldi tra i relativi dare ed avere dei clienti e fornitori di uno stesso settore economico come ideato da L.Intorcia. Quest'insieme di semplificazioni potranno rendere più agevole l'attuazione dell'art 53 della costituzione sinora accantonato per l'attuale complessità legislativa in essere. Se viene ritenuta una possibile linea guida, si potranno considerare se rispetta innanzitutto gli articoli della costituzione, successivamente quali passi sarà possibile effettuare per le modifiche a tutte le leggi coinvolte, comprese quelle che coinvolgono quel pacchetto che determina le possibili elusioni, attualmente consentite ma risultanti obsolete in questo futuro ambiente riorganizzato.

11
Pensieri quotidiani / Re:TAPPA METROPOLITANA DI ROMA
« il: Lun 11 Apr 2016 11:39:55* »
Quanti pensi possano seguirti? Separare tutte le problematiche che ci condizionano dal poter esprimere un pensiero positivo? Qui visto che si parla di città metropolitana bisognerebbe adottare subito il SW EMPATIA, ci aiuterà ad avere visione delle problematiche disposte in funzione della loro importanza. Presumo che potrà essere chiaro per tutti al primo posto il problema della liquidità,sia per chi dovrebbe iniziare una nuova commessa e chi in effetti aspetta il rientro di una evasa ancora 1 o 2 anni or sono. Al secondo posto il problema della fiducia con le sue variazioni sul tema rivolte al futuro, condizionamento politico, sulle sicurezze, fiducia da parte di ogniuno su noi stessi ed in alternativa assieme ad altri, ecc. il resto potrà uscire direttamente dalle statistiche man mano che parteciperemo ad introdurre le aspettative ed i dati corrispondenti nella piattaforma per un bilancio partecipato.

12
Pensieri quotidiani / Re:Riformismo: non significa niente.
« il: Lun 11 Apr 2016 11:07:36* »
Guardate che un signore, sensibile agli ultimi atteggiamenti in funzione dell'incremento degli accordi, mi ha fatto notare che Renzi forte del mandato avuto per accelerare i tempi di realizzazione, stà facendo accettare delle tecnologie senza far valutare in modo compiuto la loro validità tecnica alla soglia attuale. Gli effetti di queste attuali decisioni si vedranno a distanza di anni. Mi ha citato come esempio il ritenuto affare con la goodYear per un impianto fornitoci subito dopo la guerra, dopo due anni era ritenuto obsoleto, altre erano le tecnologie valide in essere. Così come due anni or sono visitando l'impianto di depurazione delle acque di Nosedo,- il nuovo impianto con pompa di calore utilizzando le acque filtrate delle vasche presenti per il trattamento, anzichè prenderle dalla falda- i due tecnici che mi accompagnavano avevano notato la presenza di un filtro a tamburo ritenuto sorpassato da nuove più efficienti tecnologie grazie ad interventi della chimica. E' vero in questo caso che dalla prima progettazione sono passati tanti anni e quando si è deciso non si è cambiato quel meccanismo inserito nel progetto, in corso d'0pera.

13
Pensieri quotidiani / Re:A COSA ASPETTIAMO?
« il: Lun 11 Apr 2016 10:43:34* »
Vediamo se ho capito cosa intendi : Ti riferisci alle due petizioni fatte ? una su Avaaz rivolta ai titolari di aziende, l'altra con change.org rivolto ai dipendenti delle PMI? Si vuol presumere che i loro dipendenti vogliano il vento in poppa per l'azienda dove lavorano. L'idea è abbastanza stupida, prevede di sincronizzare tutti gli Enti dall'INPS al Fisco. Vi ricordate la frase di Cuperlo? Sincronizziamo tutti gli Enti senza licenziare nessuno? perchè non se ne parla più? Cercate tra tutte le ragioni che vi possano passare per la testa quella giusta, io che sono un frescone un'amico smaliziato ha dovuto ........  Chiaro che il passo successivo era quello di fornire il SW gestionale in forma gratuita a chiunque vuole tentare di mettersi in gioco nell'intraprendere o tutti i titolari di PMI che stufi di preoccuparsi se sono in regola decidono la scelta della trasparenza più completa, cambiando atteggiamento, è come dare l'incarico allo Stato in outsorcing della loro contabilità e contribuire con una piccola tassa per questo servizio. Con l'appendice che: Essendo lo stato garante della giustizia, in caso di incontrare un bidonista acclarato, allo Stato non manca il personale per rintracciare il bidonista per fare loro il discorso : Guardi le conviene pagare questa fattura altrimenti noi a fine d'anno non possiamo riscuotere quella parte di tasse spettanti allo Stato. Si eviterebbe di rivolgersi all'avvocato e mettersi ad aspettare pieni di speranza. Si avrebbero tribunali più scorrevoli e si respirerebbe un'"aria" diversa.
Ora non sò esattamente se ti riferivi a questo oppure al SW EMPATIA che molto dovrebbe modificare l'atteggiamento di tutti i Cittadini. Dopo tre anni, tutti gli intelligenti, si saranno abituati ad appartenere ai vari gruppi dove si sono applicati per la risoluzione di quel sentito problema comunale. Risulterà meno importante l'appartenenza al partito al quale si sentivano uniti per coerenza. Sulla scorta di questi cluster sò che hai in serbo una novità che riguarda una banca statale che fungerà da camera di compensazione utile alle transazioni tra aziende appartenenti ad ogni cluster, con effetti multipli compreso la trattenuta fiscale immediata che permetterà di poter agire sul rispetto dell'articolo 53 della costituzione essendo risolta alla base il grosso del lavoro. Questa tua soluzione in parte anticipa e si integra benissimo alla mia idea di come dovrebbe essere fatto il layout di come si muovono i soldi e le informazioni senza le molte intromissioni di persone utili solo a realizzare quel rumore di fondo che tanto ci offusca la visione delle semplici realtà.

14
Pensieri quotidiani / Re:A COSA ASPETTIAMO?
« il: Mar 05 Apr 2016 15:07:20* »
Tutte le volte che la politica si impadronisce di un qualsiasi settore industrialie sostituisce gli specialisti con dei politici. Per fare un esempio vi sentireste sicuri trovandovi su una nave in mezzo alla tempesta, di scoprire che al timone vi è un politico? Di conseguenza le decisioni sono politiche e non scientifiche. In effetti la politica è l'arte della mediazione. Tra la vita e la morte non ci sono stadi intermedi da mediare.
Se conoscete qualcuno interessato a fare una interrogazione parlamentare, posso farvi avere il n° di telefono di colui che ha scritto sotto.

QUANDO LA POLITICA E' IL CERVELLO E LA SCIENZA IL BRACCIO, OVVERO QUANDO LA TESTA DIMENTICA IL BRACCIO

Pubblicata da: gualtiero sans avoir 7 ore fa

LE CONCLUSIONI

Si e comperata una tecnologia di depurazione all'estero ignorando che ne esisteva una disponibile ,
collaudata da un decennio su diversi impianti in Algeria, assai piu' semplice ed economica ,
di proprieta' di una azienda italiana, che impiega lavoratori italiani,

pure ampiamente reclamizzata su Internet:

https://library.e.abb.com/public/3e9ea3a1b2b81548c 12577c7002acb94/43-48%20ABB%20Impiantistica.pdf

IL CASO

Lo sfruttamento del giacimento italiano di Tempa rossa ,gia' contestato ,
a torto od a ragione,
dagli ecologisti di casa nostra
e' al centro di un rovente scandalo politico,
che ha subito sortito le dimissioni di un ministro,
a causa della corruzione legata alla distribuzione degli appalti.

Le ultime notizie della cronaca parlano anche di ipotesi di "Disastro ambientale" da parte della magistratura
questo, paradossalmente, addirittura ancora prima che l'impianto abbia prodotto una sola goccia di petrolio.

La magistratura indaga su come la nostra straprovinciale classe politica locale ,
si stata villanamente favorita concedendogli di spartirsi appalti tra amici e parenti
facilitando la loro miserabile vocazione ad accollarsi i lavori di infima tecnologia,
tipo la gestione delle mense ,dei servizi,delle pulizie, della logistica,della raccolta dei rifiuti,
fino al mercato politico delle assunzioni e magari ,
viene da pensare, anche l'acquisto della carta igienica .

Le multinazionale estere, che hanno la concessione dello sfruttamento del giacimento italiano,
la francese Total , la anglo-olandese Shell e la giapponese Mitsui,
dopo avere lanciato le ossa ai cani,
invece volano alto,
approfittando della concessione,
giustamente adottano nei nostri impianti costosissime tecnologie vendute da loro stessi o dalle loro lobby
cercando di evitare ,per quanto possibile, la concorrenza delle ditte italiane,
come in effetti fanno da sempre fuori dall'Italia.

Questo in armonia con quello che si definisce la egoistica
" distribuzione internazionale del lavoro" ,
monopoli dei mercati esteri dove l'Italia subisce da tempo il ruolo della Cenerentola.

Esempio recente ,la guerra anglo- francese in Medio Oriente, dove come risultato,
in Libia ed in Algeria le aziende italiane
di fatto sono state estromesse dai nostri cuginetti inglesi e francesi.

Tutto questo mentre in Italia scarseggia il lavoro per le aziende, a cui il governo, con le leggi di emergenza , dovrebbe dare ossigeno.

Per completezza,bisogna dire, che l'esecuzione dei lavori in Tempa Rossa
e' affidata principalmente ad aziende casalinghe,
ma questo e' il minimo che si arriva pretendere anche da parte di un modesto paese del terzo mondo.

POZZI PETROLIFERI ED IMPATTO AMBIENTALE

L'estrazione petrolifera e' da sempre stata un problema per l'inquinamento ambientale,questo perche' ogni barile di petrolio estratto e' accompagnato da diversi barili di acqua salatissima ed altamente tossica e cancerogena.

La depurazione di questa acqua e' sempre stata un problema tecnico per le compagnie petrolifere, problema mai scientificamente risolto,
perche ' tipicamente i pozzi di petrolio sorgevano in remote aree desertiche disabitate, dove l' inquinamento non era un problema.

Quindi non era necessario sacrificare tempo e denaro per depurare gli scarichi.

L'acqua di processo veniva quindi semplicemente abbandonata in bacini scavati nella sabbia ,che una volta ricolmi, venivano sostituiti da nuovi scavi.

Questo perche', anche in un clima secco , dominato dal sole implacabile ,come quello del deserto,
l'acqua di questi bacini non riesce ad evaporare per via di uno strato di catrame che si forma in superfice.

Lascio a voi immaginare quale visione infernale e desolata debba essere questo territorio desertico, costellato di stagni di catrame altamente tossico per la flora per la fauna e per le falde acquifere sottostanti, nonche' per gli uccelli paduli di passo.

Una volta depositato ,questo catrame non si trova tecnologia che lo possa rimuovere senza spese iperboliche.

Esiste anche un problema di cultura industriale.

Dovete sapere che le compagnie petrolifere ,sono per costituzione delle aziende esperte nel trattamento degli idrocarburi,
cioe' sostanze idrofobe ,
ma non hanno una cultura scientifica per trattare chimicamente grosse masse d'acqua ,
come ad esempio sanno fare da secoli le Cartiere o le industrie tessili oppure le miniere,
che tipicamente muovono e trattano chimicamente per i loro processi grosse masse d'acqua.

Le industrie petrolifere impiegano solo tecnologie meccaniche per separare l'olio dall'acqua,tipicamente la decantazione, processo che non risolve minimamente il problema della depurazione, mentre la soluzione del problema richiede una conoscenza esclusiva della chimica dei colloidi nella fase acquosa.

Inoltre i loro impianti sono da decenni progettati senza nessuna sensibilita' e modifica per affrontare alla radice il problema dell'inquinamento che producono,
basta leggere ,su internet,quello che tutti i giorni scrivono i giornali americani dei singoli stati,
sull'inquinamento prodotto dalla nuova tecnologia di estrazione dagli oli di scisto ,
che per la prima volta impiega nel settore petrolifero grosse masse d'acqua.

Le compagnie petrolifere,
forti del potere finanziario delle loro lobby transnazionali e della loro vocazione terzomondista,
per esperienza pratica ,trovano semplicemente da decenni piu' pratico logico ed economico ,
comperare dalle autorita' delle comunita' dove operano ,
il permesso di inquinare.

Pero',
recentemente ,si sono trovate ad operare in comunita' che hanno una vocazione ecologista ,
questo li ha messi di fronte ad un problema nuovo ed inedito, che avevano cercato da sempre di scansare.

IL CASO ITALIANO DI TEMPA ROSSA

Per quanto riguarda il caso che ci riguarda ,quello dei pozzi di petrolio di Tempa Rossa dati in gestione alle multinazionali del petrolio straniere, Total-shell-Mitzui,
il trattamento delle acque di processo e' stato risolto acquistando tecnologia dalla General Electric
la quale fornira' due impianti di di evaporazione di 53 metri cubi ora cadauno.

Stupisce che il problema dello smaltimento degli scarichi sia stato risolto addirittura facendo bollire l'acqua di scarico del processo,
con un impianto di difficile conduzione vista la presenza di idrocarburi in ingresso,
cosa che comportera' costi di gestione iperbolici,
che andranno ad incidere sensibilmente sui magri guadagni di estrazione,
specialmente adesso che il costo del barile e sceso del 60% circa .

Per fare un esempio ,
qui' equivale ad usare ottusamente l'energia di una tenaglia per estrarre una vite quando basta solo girare un cacciavite.

Dovete sapere che, in alternativa, esiste un processo chimico messo a punto da una azienda italiana,
che e' applicato da un decennio, in sette siti petroliferi in Algeria,
uno dei quali felicemente situato nell'oasi di Hassirmel a circa 1000 km sud di Algeri
Questo processo,sotto gli occhi rassegnati dei cammelli,
che in mancanza d'altro,
masticano li vicino sacchi di plastica abbandonata, come se fosse gomma americana,
tratta da un decennio ,
a costi irrisori l'acqua di estrazione dei pozzi,
per infine semplicemente smaltirla iniettandola nello stesso giacimento da dove e' uscita.

Sarebbe interessante sapere ,
se i responsabili che costituiscono il team di esperti di fama internazionale
che ha deciso per la tecnologia della GE ,
abbia avuto notizia di questi impianti che sono in funzione da un decennio,
ed abbiano sentito il bisogno di farsi una gitarella nel sahara per visitarli,
magari a dorso di qualche cammello affamato,
prima di operare una scelta della tecnologia da impiegare.


Se volete maggiori notizie sulla tecnologia italiana in oggetto usate il link che ho postato .

Vi apparira' una descrizione dell'impianto ed alcune fotografie esplicative.

Per concludere fatemi dire ,
senza falsa modestia,
che il braccio peloso del chimico progettista del processo ,
che, in una fotografia ,
mostra nell'impianto il bicchiere di acqua gia' depurata cristallina pronta ad essere reintrodotta nel giacimento
e'
quello di Gualtiero Sans Avoir.

SI, non ci credereste, ma e' proprio il mio braccio destro.

Come vedete, nella foto sono riusciti a tagliarmi la TESTA,
ma hanno dimenticato il BRACCIO
quello della SCIENZA appunto.


Sic transit gloria mundi

15
Pensieri quotidiani / Queste affermazioni meritano una risposta?
« il: Dom 27 Mar 2016 14:50:19* »
Oggi mi sento bene, ho ricevuto molti auguri in concomitanza di questa rinascita pasquale anche per il nuovo mio corso nell'esplorare le problematiche politiche Italiane. Non li ho angustiati con le problematiche dovute ai comuni Italiani nel non essere a loro agio nell'agire in questo che può essere classificato un labirinto politico. Nè ho comunicato loro una relazione su una ricerca commissionata sul possibile sviluppo della DD in Italia. Ora chiedo a tutti i miei amici un loro giudizio critico sulle mie domande - che ho posto anche ad un docente di Roma amico e collaboratore su informationzero WP-. Domande che mi sono posto sentendo questo filmato descritto sotto : Queste affermazioni meritano una risposta? Vedendo gli altri video, emergono affermazioni per cui se vogliamo risolvere gli attuali problemi dobbiamo riiniziare daccapo? Chiaramente con nuove modalità da innescare subito dopo i due referendum-unica soluzione innescata dall'alto per fermare questa ulteriore deriva politica-. Forse non bastano tutte quelle anticipate dai partecipanti a questi film. Se vi vengono delle idee da verificare potrete inserirle nel blog : sovranità popolare.it il meglio di quanto inserito confluirà sui tavoli di lavoro per definire il programma/progetto. La prima idea in risposta da un mio intimo è stata: Volete risolvere questo problema del valore della moneta? Fate come in Tailandia, tanti negozi di acquisto e vendita oro, il costo di ogni operazione di acquisto o vendita solo 2€. Chi ha contanti chiede oro, chi vuole riavere soldi lo rende. Non sò se sarà considerarata una soluzione valida e attuabile, la confronteremo con tutte le altre. Purtroppo solo ora è a disposizione di tutti i Comuni Italiani la piattaforma per la realizzazione dei bilanci partecipati, ci vorrà del tempo affinchè tutti prendano confidenza nell'esercitare la loro sovranità, quindi si possa capire effettivamente cosa è più intelligente chiedere che legiferino anzichè pietire i loro lamenti. Questa è la ragione per la quale chiedo ad amici e conoscenti di anticipare questa modalità all'interno del blog sovranità popolare.

In un video precedente, un partecipante a costituente STATI GENERALI Sovranità Popolare all’AQUILA, ci fà notare che nella nostra bella Costituzione non si dice nulla su chi ha il diritto di stampare la moneta. Si sono semplicemente dimenticati? Ora in questo video questo signore che è stato dirigente della Banca D’Italia ci fà sapere come sono andate le cose. All’amico Giovanni-essendo lui un docente in questo ambito- chiedo se tutto questo che è avvenuto è stato fatto a favore dell’Italia oppure nò : https://www.youtube.com/watch?v=WXwjnd-Ifgc... Se abbiamo subito un danno, Come possiamo rimediare alle decisioni di Ciampi e Fazio anche se lui non permetteva i derivati, ed il successivo ha lasciato correre?  Purtroppo legalmente possiamo solo considerare gli ultimi cinque anni, ha scritto.

Pagine: [1] 2 3